W.

Acquista su Ibs.it   Soundtrack W.   Dvd W.   Blu-Ray W.  
Consigliato sì!
2,88/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * 1/2 - -
Trailer W.
Il film: W.
Uscita: venerdì 9 gennaio 2009
Anno produzione: 2008
Un film sulla vita e la carriera di George W. Bush. La pellicola non racconta momenti controversi come la guerra in Iraq, ma il rapporto con il padre, la giovinezza sregolata e il riavvicinamento al cristianesimo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Biografia per immagini di George W. Bush, Presidente degli Stati Uniti che si sognava presidente di lega del campionato di baseball
Marzia Gandolfi     * * * - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

George W. Bush è il giovane rampollo di una dinastia imprenditoriale e politica del New England trapiantata nel Texas, dove cresce sulle orme del padre, petroliere, politico, parlamentare, ambasciatore all'ONU, direttore della CIA e quarantunesimo presidente degli Stati Uniti. Approdato al governatorato del Texas dopo una mediocre carriera scolastica e manageriale, dopo l'abuso di alcol e di hamburger, dopo i fermi di polizia e una fidanzata ingravidata e abbandonata, Bush jr. vede la luce e la sua presidenza. Più vicino del Bush senior alla destra cristiana e dichiaratamente born again evangelico, vince nel 2000 le presidenziali contro il democratico Al Gore. Trascurato dal padre che gli preferisce il fratello Jeb, brillante manager e giocatore di baseball e futuro governatore della Florida, W. vive un forte complesso edipico nei confronti del genitore con cui si "identificherà" fino al punto di "sostituirlo" alla Casa Bianca. L'evento tragico dell'11 settembre, l'ambizioso piano di lotta al terrorismo e la diffusione per via militare della democrazia contro l' "asse del male", farà calare il sipario su George W. Bush e sul secondo e fallimentare mandato. Voleva diventare presidente di lega del campionato di baseball ma gli americani lo hanno eletto due volte presidente degli Stati Uniti d'America.
La politica italiana soffre di un deficit biografico, non si leggono e non si scrivono biografie né esistono uomini politici in grado di ispirare un biopic, almeno prima e dopo Il Divo di Sorrentino. Diversamente, negli Stati Uniti la pratica letteraria e cinematografica è assai diffusa e intesa ad interpretare il senso di una vita e il ruolo assegnato nel mondo a quella vita. Rispetto a questa impostazione Obama ha addirittura trasformato la sua persona in un manifesto programmatico. Meno spettacolare è invece la politica biografica di George W. Bush, presidente uscente così noioso e privo di visione e fantasia da mettere a dura prova il suo biografo per immagini, Oliver Stone. Stone non è nuovo al biopic e i suoi protagonisti, che siano universalmente riconosciuti come celebri (JFK, Gli intrighi del potere- Nixon) o persone comuni con caratteristiche fuori dalla norma (Nato il quattro luglio), diventano maschere speculari del mondo nel quale si muovono. Dopo aver interpretato la caduta di Nixon e aver indagato la morte di Kennedy, Stone delinea il ritratto privato e pubblico di George W. Bush, professionista della bottiglia, "cristiano rinato" e "stratega del baseball". Sarà per questo che il film si apre e si conclude dentro uno stadio vuoto, pronto a esplodere in un boato di folla soltanto nella testa del cow boy jr., battitore battuto dalla vita che non riuscì mai a distinguersi in nessuna squadra. Ancora una volta il regista americano intende il film biografico come visione personale di un personaggio pubblico. Se da una parte propone allo spettatore un ritratto del presidente teso alla meticolosa ricostruzione del dettaglio storico e d'ambiente, dall'altra fa dell'esasperazione e dell'iperbole le sue principali cifre stilistiche. Nel tratteggiare il profilo del politico texano Stone lascia che la vicenda umana interagisca e cortocircuiti la cronaca politica americana che lo ha visto protagonista dal 2000 al 2008, frazionando il racconto con frequenti andirivieni cronologici e largo impiego di flashback e flashforward. Senza simpatie o condanne, quasi a distanza, Stone fissa un discorso sulla condizione di un uomo mediocre, in ansia dinamica di prestazione e successo, di un figlio junior di un padre senior che ne provoca le ambizioni e ne soffoca le brame. Due le omissioni nel ritratto di W col punto: l'undici settembre e il fratello minore Jeb. Se in un caso il vuoto è stato riempito due anni prima con la simulazione del dramma sotto le travi e l'acciaio del WTC, nell'altro l'assenza si risolve con l'animosità repressa del bad boy George per il fratello migliore, che bloccò le operazioni di ricalcolo dei voti in Florida, certificando la sua vittoria contro Gore. W. non ha miti da consacrare o enigmi da risolvere, è il coming home di un presidente dopo la corsa tra le basi (armate) del mondo. Perché nessun posto è come a casa ed è li che voleva restare George, lanciandosi magari in un batti e corri o in un'epica presa al volo. Ma nemmeno in sogno accarezzerà mai le cuciture di una palla.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
W.
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Premi e nomination W. MYmovies
W. recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
* * * - -

Apologia di un deficiente

mercoledì 14 gennaio 2009 di Jack

il sottotitolo di W. è "a life misunderestimated", da uno dei celebri nelogisimi coniati da George W. bush durante il suo mandato. E tanto basta a capire che Oliver Stone non è certo un fan dell'uscente Presidente. Quello che Oliver Stone sceglie di raccontare , in un 'alternanza di piani temporali ,è un insieme di momenti significativi, ma quasi mai pubblici, della vita di George W., dagli anni del college agli inizi della guerra in Iraq. Impietosamente, assistiamo all'ascesa di un uomo mediocre continua »

* * * - -

Piatto per rappresentare un presidente mediocre

martedì 20 gennaio 2009 di JW

Credo che sia stato fatto volutamente piatto e vuoto di ideali proprio per rappresentare un presidente piatto, mediocre, senza ideali se non quella specie di fanatismo religioso inculcatogli dal pastore protestante. Si vede il desiderio di Bush figlio di superare Bush padre per riscattare la sua nomea di figlio "non eccellente... decisamente mediocre". Un film molto sottile a livello psicologico in cui il regista sa raffigurare in pieno la storia dell'ascesa di George W. Bush a Presidente degli continua »

* - - - -

Ma non riesco a capire

domenica 1 marzo 2009 di Dablo

A parte il fim estremamente noioso che mi sembra batta e ribatta sul rapporto conflittuale con il padre, con un lavoro stabile, con i rappori familiari; insomma con tutte quei modi di essere "buon americano" che il buon Stone ha sempre combattuto e criticato. Insomma a parte questo, quello che mi stupisce è che gli stessi americani che hanno confermato per due volte Bush alla Casa Bianca eleggendo, secondo Stone un'inconcludente ubriacone caduto sulla strada di Damasco e risorto seguendo una stella continua »

* * * * -

Il ritratto di un buffone

venerdì 20 febbraio 2009 di pep

L'ho visto neanche un mese fa su LA7.Sicuramente non è uno dei migliori film di Stone visto che i suoi capolavori sono altri come Platoon,JFK,Nato il 4 di luglio e altri,ma devo dire che rispetto a come è stato valutato mi aspettavo di peggio.Il film l'ho trovato molto piacevole e mi ha dato modo di conoscere meglio l'ex presidente degli Stati Uniti,o per meglio dire l'ex pagliaccio degli Stati uniti.Una persona forte presuntuosa e arrogante che per tutta la vita ha creduto di essere speciale e continua »

bush senior
chi pensi di essere;kennedy tu sei bush l'attuale
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | W.

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 7 aprile 2009

Cover Dvd W. A partire da martedì 7 aprile 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd W. di Oliver Stone con Josh Brolin, Elizabeth Banks, Thandie Newton, Rob Corddry. Distribuito da Sony Pictures Home Entertainment. Su internet W. è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film W.

SOUNDTRACK | W.

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 6 febbraio 2009

Cover CD W. A partire da venerdì 6 febbraio 2009 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film W. del regista. Oliver Stone Distribuita da Silva Screen, il cd è composto da musiche di genere Pop e Rock Internazionale, e Folk e Country.

APPROFONDIMENTI | Bush secondo Stone: l'abbiamo scampata bella.

Una caricatura

martedì 20 gennaio 2009 - Pino Farinotti

Il Bush di Oliver Stone: una caricatura Ho visto W., il film di Oliver Stone sul presidente George W. Bush. Una premessa. Non c'è dubbio che Bush jr non sia stato uno dei migliori presidenti degli Stati Uniti. Una certa corrente lo accredita persino come il peggiore in assoluto. Gli americani usano quattro aggettivi fondamentali, essenziali, impietosi a definire i loro presidenti: attivo, passivo, positivo, negativo. Non è facile che un presidente possa attribuirsi entrambi gli aggettivi felici: attivo&positivo. Forse, nell'era recente, solo Reagan e soprattutto Clinton se li sono guadagnati, forse, appunto.

NEWS | L'ultimo film di Oliver Stone sarà finalmente visibile anche in Italia attraverso una curiosa strategia di distribuzione.

Lo strano caso di W.

lunedì 5 gennaio 2009 - Edoardo Becattini

Lo strano caso di W. Talmente attuale da risultare fuori tempo. È questo il paradosso che ha condannato l'ultimo film di Oliver Stone ad un destino singolare. Il regista militante di Platoon e JFK ha fatto di tutto per riuscire a concludere la sua biografia del Presidente uscente degli Stati Uniti d'America George W. Bush in anticipo sulle elezioni di novembre, eppure lo sforzo titanico dell'impresa si è rivelato anche causa della sua principale debolezza. La critica internazionale ha rimproverato infatti a Stone di essere giunto troppo in ritardo nelle intenzioni di denuncia verso uno dei più impopolari presidenti della storia, e troppo in anticipo per poter avere una reale efficacia storiografica.

   

NEWS | In vista delle elezioni americane, il cinema parla di presidenti.

Tutti gli uomini del presidente

giovedì 11 settembre 2008 - Stefano Lo Verme

W. e Frost/Nixon: tutti gli uomini del presidente Il 2008, come ben sappiamo, è un anno di elezioni negli Stati Uniti; e mentre l'America è impegnata a decidere chi sarà il suo nuovo presidente per i quattro anni a venire, Hollywood non è rimasta certo con le mani in mano. Nei prossimi mesi, infatti, nelle sale cinematografiche approderanno ben due pellicole incentrate sulle vicende di due dei più famosi (e controversi) presidenti nella recente storia americana. Il primo titolo in questione è W., una pellicola biografica sull'attuale inquilino della Casa Bianca, il repubblicano George W.

   

TELEVISIONE | In primissima visione su La7 il discutissimo biopic sul presidente USA uscente.

W. di Oliver Stone

lunedì 19 gennaio 2009 - Edoardo Becattini

Stasera in Tv: W. di Oliver Stone L'abusata dicitura che sempre più spesso si accompagna anche ai titoli più improbabili del cinema contemporaneo, diviene, nel caso di W. un ironico avvertimento. Ci tiene Oliver Stone a ribadire questa verità pleonastica per sottolineare come la realtà, fin troppo spesso, sappia superare anche i più inverosimili miracoli del cinematografo. La sua recentissima, personale, grottesca, imponente e satirica rappresentazione della vita "sottofraintesa" (azzardando una traduzione letterale da "misunderestimated", una delle definizioni chiave di cui George Bush si è autoinvestito) del Presidente uscente degli Stati Uniti arriva questa sera in prima serata su La7 (ore 21.

Stone racconta la storia del peggior presidente degli Usa

di Boris Sollazzo Liberazione

Nixon, John Fitzgerald Kennedy e ora George W. Bush. Nel caso dovesse decidere di fare un film anche su Barack Obama - e la storia sembra perfetta per lui - Oliver Stone, almeno al cinema, avrebbe scolpito un altro monte Rushmore. Disonestà (Richard Milhouse), martirio (JFK), vergogna ( W , appunto, che rovesciato è il giudizio morale e politico che il regista dà di lui). Ritratti impossibili da rifiutare per una cinematografia morale ed epica come quella dell'adrenalinico, coltissimo e simpaticamente psicotico regista di Platoon. »

Oliver Stone’s Vision Thing: Bush, the Family

di Manohla Dargis The New York Times

The megamillion-dollar question that hovers over Oliver Stone's queasily enjoyable “W.,” his Oedipal story about the rise and fall, fall, fall of George W. Bush is: why? Neither a pure (nor impure) sendup of the president nor a wholesale takedown, the film looks like a traditional biopic with all the usual trappings, including name actors in political drag — Josh Brolin plays the frat boy who would be king, while Richard Dreyfuss creeps around in a Dick Cheney sneer — alternately choking on pretzels and spleen, and reciting all the familiar lines and lies. »

Throwing Incaution to the Wind, Stone Paints Bush

di Richard L. Berke The New York Times

IMAGINE these fantastical sequences from “W.,” the Oliver Stone portrayal of President George W. Bush that opens on Friday: The president is not alone with his dogs when he chokes on a pretzel and tumbles from the sofa; Saddam Hussein is in the White House family quarters with him. Later Mr. Bush flies over Baghdad on a magic carpet as the bombs rain down. And finally Mr. Hussein returns for another cameo, this time to shout insults at the president and his father. These depictions would hardly be a reach for a director who is fond of monkeying with history. »

Oliver Stone's film is satirical and critical but not scathing. Josh Brolin's empathetic portrayal of the president helps make for a pleasing, effective film

di Kenneth Turan The Los Angeles Times

W." may sound like the story of the initial that rocked the world, but it turns out to be the tale of a mouse that roared. Director Oliver Stone and writer Stanley Weiser's unexpected take on the life and times of our 43rd president will surprise a lot of people, especially those not used to seeing the words "Oliver Stone" and "carefully modulated" in the same sentence. Yes, "W." is definitely satiric in intent and execution, and it has no love for the actions and policies of the man who has led, as the film's advertising puts it, "a life misunderestimated. »

W. | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | jack
  2° | jw
  3° | pep
  4° | dablo
Rassegna stampa
Peter Travers
Trailer
1 | 2 | 3 | 4 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità