Burn After Reading - A prova di spia

Acquista su Ibs.it   Dvd Burn After Reading - A prova di spia   Blu-Ray Burn After Reading - A prova di spia  
Un film di Ethan Coen, Joel Coen. Con George Clooney, Frances McDormand, Brad Pitt, John Malkovich, Tilda Swinton.
continua»
Titolo originale Burn After Reading. Commedia, durata 96 min. - USA 2008. - Medusa uscita venerdì 19 settembre 2008. MYMONETRO Burn After Reading - A prova di spia * * 1/2 - - valutazione media: 2,87 su 250 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
francesco manca lunedì 22 settembre 2008
"a prova di coen" Valutazione 4 stelle su cinque
70%
No
30%

Dopo aver fatto “strage” di statuette all’ultima edizione degli Academy Awards con il thriller “No country for old men”, i fratelli Joel ed Ethan Coen arrivano nelle nostre sale con questa loro nuova, stralunata ed incredibile pellicola dal titolo “Burn After Reading”, che ha avuto il grande onore di aprire, lo scorso 27 Agosto, la 65a Mostra del cinema di Venezia. “A prova di spia”, questo il titolo italiano assai poco coerente con quello originale, è il capitolo conclusivo della cosiddetta “trilogia dell’idiota” dei fratelli Coen, iniziata nel 2001 con “Fratello, dove sei?” e proseguita nel 2003 con “Prima ti sposo, poi ti rovino”, ed è caratterizzato da una struttura narrativa, se possibile, ancora più bizzarra e grottesca dei titoli appena menzionati. [+]

[+] l'idiozia c'è veramente tutta (di emanuela)
[+] sono daccordissimo con il commento di emanuela (di fil_ippo)
[+] lascia un commento a francesco manca »
d'accordo?
arancioeblu mercoledì 24 settembre 2008
burn after reading, ridere con intelligenza Valutazione 4 stelle su cinque
66%
No
34%

Convincere George Clooney, Brad Pitt, John Malkovich, Frances McDormand, Tilda Swinton a rappresentare l'idiozia dilagante in una sgangherata spy story, non è difficile, se di cognome ti chiami Coen e, in quanto tale, proponi loro un copione intelligente. Incroci amorosi, dati top secret da vendere al nemico per pagarsi liposuzione e mastoplastica additiva, dialoghi esilaranti, difficile capire che è la spia e chi lo spiato, qualche tocco di splatter alla Tarantino. Frances McDormand, non sa immaginare la propria vita senza un corpo nuovo Tilda Swinton, improbabile pediatra Malkovich dice cazzo in tutte le sue sfumature, più volte in questo film che non in tutta la sua filmografia. [+]

[+] d'accordissimo! (di logan bulsara)
[+] totalmente d'accordo! (di sele)
[+] lascia un commento a arancioeblu »
d'accordo?
folignoli venerdì 1 luglio 2011
commerciale e scontato Valutazione 1 stelle su cinque
64%
No
36%

I Coen cercano di sfruttare l'enorme successo del loro precedente film, girando questa storiella banalissima, con pochi mezzi e con pochissime idee. Ne esce un film piatto, noioso e privo di interesse. Vorrebbero fare ridere, ma non riescono nell'intento. Una commedia tragica, che ha il solo pregio di regalare qualche spunto discreto, nelle apparizioni di George Clooney. Brad Pitt, nel suo ruolo da "scemo" non convince: anzi, appare decisamente fuori luogo. Buona la prova della moglie di uno dei due registi, Frances Mc Dormand, che se non altro, ha un ruolo simpatico. C'è poco da salvare in questo film; quando si riesce a fare un film come Non è un paese per vecchi, non bisogna "prostituirsi" girando simili mediocrità.

[+] lascia un commento a folignoli »
d'accordo?
diomede917@tiscali.it venerdì 3 ottobre 2008
spie come noi Valutazione 4 stelle su cinque
56%
No
44%

Chi sono quei registi che sanno rappresentare il nulla che viviamo in maniera egregia? Si chiamano Joel e Ethan Coen grandi cinefili, specializzati in noir in chiave grottesca. Dietro i loro film si nasconde sempre uno spaccato della societa americana, loro sono talmente intelligenti che non urlano la loro denuncia. Fanno film sempre ben scritti, catturano la tua attenzione e solo dopo avere superato la fase emozionale capisci la forza intrinseca della loro opera. Burn after reading, film che conclude la triologia dell'uomo idiota rappresentato dal sex simbol George Clooney, non si discosta dal filo comune della filmografia. Pur non avendo l'energia propulsiva del loro capolavoro Il grande Lebowski (film che ha molto in comune con ques'opera), Burn after Reading centra in maniera cinica il suo bersaglio. [+]

[+] lascia un commento a diomede917@tiscali.it »
d'accordo?
giulio brillarelli mercoledì 1 ottobre 2008
scartato il pacchetto, scopri l’angoscia Valutazione 4 stelle su cinque
58%
No
42%

Come in una favola il significato letterale non è quello che conta, fungendo da contenitore per un insegnamento morale, così “Burn After Reading” non può essere compreso limitandosi alla carta con cui i fratelli Coen l’hanno impacchettato. A ben grattare sotto la crosta della commedia di spionaggio vengono infatti alla luce i grumi di un’umanità angosciata dall’incapacità di comunicare e amare. La conclusione del film dei fratelli Coen conferma del resto l’ammiccare al genere favolistico: il boss della CIA auspica, pur senza trovarla, una lezione da trarre dall’intera vicenda. - - - Incomunicabilità: si prenda il personaggio di John Malkovich, ad esempio. L’incipit del film già la dice lunga: l’analista della CIA Osbourne Cox, vittima di una “crocifissione”, come lui stesso la definisce, si impone sui propri colleghi sfoggiando una totale sicurezza di sé, alzandosi in piedi ed alzando la voce, sbracciandosi e gesticolando, dicendo pane al pane e vino al vino. [+]

[+] lascia un commento a giulio brillarelli »
d'accordo?
vagabondo del dharma lunedì 29 settembre 2008
l'idiozia del male Valutazione 0 stelle su cinque
58%
No
42%

Capita che un film cominci serioso e impegnato, catapultando lo spettatore nei meandri del luogo più segretamente potente del mondo, la CIA. Un agente (John Malkovich) dell'Agenzia viene licenziato su due piedi perchè accusato di bere troppo. Da qui comincia una storia che sembra condurre verso intricate trame di spionaggio e affari di stato, tutto sul filo di un'allusione più o meno velata al colpo di scena che prima o poi ci sarà svelando l'arcano e componendo il mosaico di una sceneggiatura dal ritmo tambureggiante. Invece è il continuo trionfo del fraintendimento, del "fare e disfare" senza arrivare a nulla, del "non sense" della società americana contemporanea, dove l'agenda dei valori è sempre più sintonizzata sull'apparire e sulla ricezione dei vuoti messaggi mediatici, calati nella banale realtà di una città alienante e allucinante. [+]

[+] bravo (di francesco2)
[+] lascia un commento a vagabondo del dharma »
d'accordo?
claudio esse venerdì 29 agosto 2008
bruciare dopo aver letto Valutazione 0 stelle su cinque
52%
No
48%

Con la frenesia e il fervore tipici del loro stile, i Fratelli Coen inaugurano la kermesse cinematografica più longeva e blasonata della terra italica sfoderando un inquadratura planetaria schizzata come il colpo in canna di un revolver, che raggiunge il suo obiettivo con la precisione millimetrica di un esperto di balistica, anzi due, perché il loro è un genio doppio. Venezia apre così il suo gioco festivaliero piombando sul mondo con la forza encomiabile del grande cinema d’autore che sa parlare alle masse prendendo in giro se stesso e il mondo cui appartiene. Burn After Reading (letteralmente: bruciare dopo aver letto), dunque, è il monito che dovrebbe ben ricordare la teutonica e grassa impiegata dalla palestra Hardbodies Linda Litzk, che dopo aver trovato le memorie letterarie di un iracondo ex agente della CIA, Ozzie Cox, fresco di licenziamento, le confonde per indispensabili notizie federali. [+]

[+] sempre mostro (di daniela)
[+] martin-lugosi (di andrea gargano)
[+] landau (di paolinopaperino)
[+] a prova di spia ma anche di sonno (di maz)
[+] non ha senso (di yuoppifn)
[+] mah... (di alberto)
[+] condivido in pieno (di mirty)
[+] il film è orribile!!! (di giuli)
[+] ma dov'era il film? (di nanny)
[+] fà veramente schifo sto film (di vale)
[+] sei grande!!!!!! (di xxx)
[+] meglio dire 'non ho capito nulla' piuttosto che (di vanina vanini)
[+] cestinare (di lele)
[+] fa cagare questo film !! (di lele)
[+] lascia un commento a claudio esse »
d'accordo?
greatsteven domenica 17 settembre 2017
le memorie d'un agente finite nelle mani sbagliate Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

BURN AFTER READING – A PROVA DI SPIA (USA, 2008) diretto da JOEL & ETHAN COEN. Interpretato da JOHN MALKOVICH, GEORGE CLOONEY, FRANCES MCDORMAND, TILDA SWINTON, BRAD PITT, RICHARD JENKINS, J. K. SIMMONS
Introdotto da una ripresa aerea satellitare che introduce nel quartier generale della CIA e concluso dalla medesima inquadratura che se ne allontana, racconta le vicende tragicomiche di Osbourne Cox, esautorato dal suo ruolo di agente per le ingerenze capricciose dei suoi superiori, e deciso a scrivere una sorta di autobiografia online. Peccato che i dati top-secret inseriti nelle sue memorie arrivino nelle mani sbagliate, e precisamente in quelle di un istruttore di palestra e della direttrice della stessa, che ne vengono in possesso mediante un CD-Rom trovato per caso e, messisi in contatto con Cox, chiedono un cospicuo riscatto. [+]

[+] lascia un commento a greatsteven »
d'accordo?
jacopo b98 mercoledì 1 maggio 2013
burn after reading di fratelli coen-da non perdere Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

 Osbourne Cox (Malcovich) si licenzia dalla CIA e decide di scrivere un libro su di essa. Il CD su cui aveva preso i suoi appunti però finisce nelle mani sbagliate e una serie di coincidenze fanno di tutti i personaggi delle spie molto fai-da-te. Massacro finale come ci si aspetta da un film dei Coen. Questo film è il ritorno dei Coen, dopo l’anomalo Non è un paese per vecchi, al loro stile classico: la tragicommedia. Nel film ricorre spesso la parola “sfigato” che è la definizione di ognuno dei personaggi: una marmaglia di imbecilli, ognuno con i propri vizi (sesso=Clooney, bellezza=McDormand, sport=Pitt…). Il tutto è condito da molto umorismo macabro e da un ritmo narrativo che si fa sempre più incalzante, grazie anche all’apporto delle musiche di Carter Burwell, che riprendono le melodie dei grandi film spionistici alla James Bond. [+]

[+] lascia un commento a jacopo b98 »
d'accordo?
mardou_ venerdì 2 giugno 2017
un compitino non richiesto Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

 Dopo essere stati premiati con l’Oscar proprio nel 2008, i fratelli Coen hanno inaugurato la Sessantacinquesima Mostra del Cinema di Venezia con la loro ultima fatica: “urn After Reading”…

Dimenticate la commedia nera asciutta e desolata che ha regalato a “No Country for Old Men” ben quattro statuette e tornate al consueto stile tragicomico con retrogusto amaro che da “Fargo”a “Il Grande Lebowski” ha caratterizzato la loro intera produzione.

La storia è apparentemente semplice, salvo poi complicarsi all’infinito in un ritmo vivace e colorato in cui si alternano le ottime performance del cast stellare: John Malkovich, Tilda Switon, forse sempre un po' troppo uguale a se stessa, Frances McDormand, George Clooney e su tutti Brad Pitt nella sua migliore interpretazione dai tempi di “The Snatch”(2000). [+]

[+] lascia un commento a mardou_ »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Burn After Reading - A prova di spia | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Golden Globes (2)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 13 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 19 settembre 2008
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità