Il matrimonio è un affare di famiglia

Acquista su Ibs.it   Dvd Il matrimonio è un affare di famiglia  
Un film di Cherie Nowlan. Con Brenda Blethyn, Khan Chittenden, Emma Booth, Frankie J. Holden, Rebecca Gibney.
continua»
Titolo originale Clubland. Commedia, durata 109 min. - Australia 2007. - Lucky Red uscita venerdì 18 aprile 2008. MYMONETRO Il matrimonio è un affare di famiglia * * 1/2 - - valutazione media: 2,91 su 42 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,91/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * 1/2 - -
 pubblico * * 1/2 - -
Trailer Il matrimonio è un affare di famiglia
Il film: Il matrimonio è un affare di famiglia
Uscita: venerdì 18 aprile 2008
Anno produzione: 2007
   
   
   
Una commedia su un ragazzo ostacolato nei suoi approcci sentimentali da una madre iperprotettiva.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un piccolo grande film con una grande attrice: Brenda Blethyn
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Jean Dwight in passato è stata sul punto di diventare famosa come stand up comedian. Il matrimonio con un cantante e la nascita di due figli (uno dei quali affetto da handicap) hanno interrotto il suo percorso di artista. Ora lavora come cuoca, ha divorziato e si esibisce in locali di seconda categoria. La sua vita potrebbe scorrere in una malinconica tranquillità se non fosse che il figlio adolescente Tim, che si guadagna da vivere facendo traslochi, conosce proprio nel corso di uno di questi conosce Jill della quale si innamora ricambiato con un'intensità (anche dal punto di vista sessuale) che lo imbarazza. Anche perché Jean non riesce a non intromettersi nella sua vita amorosa rischiando in più di un'occasione di provocare una rottura tra i due ragazzi. Dopo che avrà conosciuto la possibile futura nuora la situazione si farà ancora più complessa.
All'inizio Clubland (titolo non da commedia di serie B come quello appiccicatogli in Italia) potrebbe sembrare l'ennesimo film sull'artista frustrata con un grande avvenire dietro le spalle, un personaggio che abbiamo incontrato più volte sullo schermo. Invece non è così perché non solo la grandezza di Brenda Blethyn è capace di infondere nel ruolo una originalità inattesa ma anche perché la sceneggiatura, scritta da un veterano come Keith Thompson, si muove su piani diversi ed è in grado di farci aderire ad ognuno di essi. Perché non possiamo non simpatizzare con Tim che si trova nel difficile ruolo di figlio di una madre che ha riversato su di lui e sul fratello tutto il suo pervasivo affetto.
Tim si trova nella fase della vita in cui ormoni e cuore fondono le forze e Jill, la ragazza che ha la fortuna di incontrare, è partecipe su entrambi i versanti e, come spesso accade, più matura di lui e quindi non disposta ad accettare l'invadenza di Jean. Ma della vita della famiglia è parte integrante ed integrata anche Mark il cui handicap non gli impedisce di essere attento ai sussulti che scuotono la vita di chi gli sta intorno. Quando anche lui esplicita il bisogno di un'affettività che trascenda quella materna per Jean si presenta un ulteriore elemento di crisi.
Tutto questo è raccontato con una leggerezza e, al contempo, una profondità di descrizione delle psicologie che sono capaci di toccare la testa e il cuore. Il matrimonio è un affare di famiglia non è un blockbuster ma di sicuro è un piccolo grande film.

Premi e nomination Il matrimonio è un affare di famiglia MYmovies
il MORANDINI
Il matrimonio è un affare di famiglia recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Il matrimonio è un affare di famiglia
Primo Weekend Italia: € 96.000
Incasso Totale* Italia: € 249.000
Ultima rilevazione:
Box Office di martedì 3 giugno 2008
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
73%
No
27%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * - -

Buon esordio della nowlan

giovedì 4 settembre 2008 di lobohombre

Benchè si tratti di una produzione australiana Clubland trasuda stile britannico da ogni poro. Come nella migliore tradizione cinematografica d'oltremanica - infatti - l'autrice australiana (alla sua prima prova nel cinema narrativo) riesce a miscelare con estrema sensibilità un ritmo da commedia con alcune tematiche decisamente drammatiche, tirandone fuori un unico elemento di straordinaria coesione e originalità. Purtroppo però non tutto funziona alla perfezione; in alcuni frangenti si ha come continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Il matrimonio è un affare di famiglia adesso. »
Shop

DVD | Il matrimonio è un affare di famiglia

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 23 luglio 2013

Cover Dvd Il matrimonio è un affare di famiglia A partire da martedì 23 luglio 2013 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il matrimonio è un affare di famiglia di Cherie Nowlan con Brenda Blethyn, Khan Chittenden, Emma Booth, Frankie J. Holden. Distribuito da Cecchi Gori Home Video, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1 - inglese, Dolby Digital 5.1. Su internet matrimonio è un affare di famiglia (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Il matrimonio è un affare di famiglia

APPROFONDIMENTI | La commedia agrodolce di Cherie Nowlan analizza il triangolo sentimentale madre-figlio-fidanzata.

Quando una madre teme l'abbandono dei figli

mercoledì 16 aprile 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Il matrimonio è un affare di famiglia: quando una madre teme l'abbandono dei figli Il triangolo sentimentale madre-figlio-fidanzata è stato spesso oggetto di analisi nel cinema, a volte approcciato con la leggerezza della commedia (Prime) o con una punta di cattiveria volta alla comicità (Quel mostro di suocera). Il film della regista australiana Cherie Nowlan affronta il tema abbassando l'età del figlio e trovando nella scoperta della sessualità di lui - e nell'innamoramento - una chiave per raccontare il conflitto interiore di una genitrice-chioccia che teme l'abbandono. La mamma iperprotettiva e un tantino egocentrica di Brenda Blethyn è una cabarettista di successo che ha mollato la carriera per occuparsi dei due figli maschi.

di Roberto Nepoti La Repubblica

Può un'attrice essere così sfacciatamente brava da nuocere al film che interpreta? Sì, se la sceneggiatura è debole e interamente tagliata sul suo personaggio. Brenda Blethyn è Jean, una cabarettista alla Lenny Bruce (ma fuori tempo massimo) decaduta, lasciata dal marito, costretta a barcamenarsi tra un lavoro umile e due figli adolescenti, Tim e Mark, il secondo disabile. Sul palco dei miseri teatrini in cui si esibisce, però, la donna può vendicarsi dei maschi; oltre a esercitare un controllo ricattatorio sulla vita di Tim, vittima predestinata del suo affetto. »

Una spietata satira famigliare con un finale che non sarebbe dispiaciuto a Monicelli. Grande Blethyn

di Mario Sesti Film TV

Le più belle e fresche scene di sesso tra adolescenti degli ultimi anni, della spietata satira famigliare da commedia all'italiana, un'attrice (Brenda Blethyn) che quando fa cabaret sembra la versione femminile di John Belushi: si esce dal film con più di quanto ci si aspetti - e senza quell'aria sdrucita ad arte, da jeans di marca, di film come Little Miss Sunshine. La storia: dopo aver rinunciato allo show business ed essere emigrata in Australia per amore, Jean diventa anziana dedicandosi completamente ai figli (di cui uno disabile), espellendo per sempre il marito e continuando a far ridere di gusto in balere e locali non proprio di grido. »

Come evitare la mamma e vivere felici

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Una mamma artista è un guaio. Ma una mamma artista di varietà, sovrappeso, sboccata, separata, non giovanissima e ancora in attesa della grande occasione, è una catastrofe. Specie se avete vent' anni e il resto della famiglia è formato da un fratello dolcissimo ma cerebroleso e da un padre che fa il vigilante ma spera ancora di diventare il nuovo Elvis Presley. Mentre la deliziosa creatura con cui vi sareste appena fidanzati proprio non riesce a capire cos'ha di sbagliato per farvi fuggire come una lepre appena si profila un poco di intimità. »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

I consigli di papà sono appena più presentabili delle lezioni di vita che Homer Simpson impartisce al figlio Bart (ridotti all'osso: "Mi raccomando, coprimi", "Mitico, capo", "Era già così quando sono arrivato", a cui va aggiunto lo slogan elettorale "Non può farlo qualcun altro?", e l'utile messa in guardia "Provarci è il primo passo verso il fallimento"). Lo sono perché in questo film il genitore, tacendo sull'oltraggiosa tintura dei capelli, non lavora alla centrale nucleare ma come guardia notturna in un supermercato. »

Il matrimonio è un affare di famiglia | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 18 aprile 2008
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità