A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare

Un film di Richard Linklater. Con Rory Cochrane, Robert Downey Jr., Mitch Baker, Keanu Reeves, Sean Allen.
continua»
Titolo originale A Scanner Darkly. Fantascienza, durata 100 min. - USA 2006. uscita venerdì 20 ottobre 2006. MYMONETRO A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare * * * - - valutazione media: 3,18 su 44 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
getulio lunedì 6 novembre 2006
un protagonista decadente in un sogno decaduto. Valutazione 5 stelle su cinque
77%
No
23%

Il centro nevralgico del film non è una storia di droga, discorsi paranici e disperazione. Non è una storia di redenzione, nè di controllo orwelliano. E non è neppure la manifestazione di quello che può significare per un tossicodipendente il percorso di riabilitazione al mondo reale. La chiave di "A scanner darkly", che ben include, ma sullo sfondo, anche queste altre cose, è invece costituita da quel dramma che si annida in ogni persona dotata di senso critico. "A scanner darkly" è il malessere che ogni uomo, ogni sognatore, ogni tossico, sente nell'anima. In breve, il dilemma da cui si parte, e che sovrano intride tutto l'impianto della storia, seppur in modo implicito, è costiutito dall'intimo processo di accettazione della società borghese. [+]

[+] niente da dire (di karma)
[+] un delirio! (di anonimo782637)
[+] commento mozzafiato (di 2dipicche)
[+] applausi (di elius)
[+] lascia un commento a getulio »
d'accordo?
www.dlsan.org sabato 23 giugno 2007
dick sullo schermo Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Certo l'operazione cinematografica più fedele allo spirito dickiano. Fedele e rispettosa dell'opera e dell'autore, opera già di per se complessa nel suo vasto panorama lettereario, prodotto in soli 30 anni. Per quanto discutibile la scelta della versione a cartoon (... de gustibus) una volta visto "A Scanner Darkly" e colta finalmente la vena creativa e profondamente critica di Philip Kindred Dick non si può continuare dconcedere attenzioni a idolatri di film quali "Blade Runner" o "Minority Report" ed interpretare tali distorsioni cinematografiche se non come vere profanazioni della complessa eredità di uno dei più grandi geni letterari del XX secolo. Chi critica la sceneggiatura e la stuttura narrativa di "Scanner darkly" non può che far altro che continuare apprezzare film tarati per l'alto consumo americano, ma è meglio che trascuri completamente qualsiasi opera lettereraria a cui questo continuamente si ispira.

[+] lascia un commento a www.dlsan.org »
d'accordo?
francesco manca martedì 5 agosto 2008
"il reale, l'immaginario e l'allucinato" Valutazione 4 stelle su cinque
72%
No
28%

Il Reale e L’Immaginario si mescolano in un viaggio allucinato che esplora la pazzia, incubi ed enigmi psicologici. Così si potrebbe definire l’opera ambigua e fumettistica di Richard Linklater, che non è nuovo ad utilizzare un formato cinematografico quantomeno insolito, quello dell’Interpolated rotoscoping, vale a dire, riprendere gli attori in live-action per poi “ritoccarli” con l’animazione grafica digitale, che abbiamo già avuto modo di ammirare nella sua precedente pellicola “sperimentale” dal titolo “Walking Life”(2001). “A Scanner Darkly”, tratto dall’omonimo capolavoro letterario di Philip K. Dick, è, più di qualunque altra cosa, una riflessione sulla società americana odierna, e basandosi su questa tesi, il regista rivolge, forse anche implicitamente, una critica verso il sistema, e lo fa attraverso la sostanza stupefacente simbolo dell’opera di Dick e dello stesso film, che viene denominata “Sostanza M”; questa pellicola ci trasporta in una “realtà” a noi totalmente estranea, verso la quale ci sentiamo stranamente ostili e disorientati, perché forse la “falsa realtà” che ci viene presentata nel film di Linklater non ci appartiene e quindi non troviamo punti d’accordo, o forse, contrariamente, ci appartiene ma non ce ne rendiamo conto. [+]

[+] lascia un commento a francesco manca »
d'accordo?
unoscuroscrutare domenica 19 agosto 2007
ottimo film Valutazione 4 stelle su cinque
62%
No
38%

Non è un capolavoro,ma fa parte di quella piccola branca di film che si avvicinano molto ad esserlo. Richard Linklater dimostra di essere un bravo regista,ma anche un notevole sceneggiatore,visto come ha adattato così bene il libro di Dick. Bravissimi gli attori:sopratutto Keanu Reeves(che nel flashback della sua precedente vita lascia di sasso)e Winona Rider(che ha girato tutte le scene di Hank sembrando veramente un uomo,rendendo ancora più inaspettato il finale). Un film,che nonostante sembri fantascientifico,in realtà è crudelmente attuale. Una curiosità:Philip K. Dick era dipendente dalle anfetamine:questo rende ancora più bello il film.

[+] lascia un commento a unoscuroscrutare »
d'accordo?
cinemalove martedì 24 marzo 2015
dissimulazione Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

La prima spontanea domanda appena terminato il film è stata: E' in grado l'uomo di determinare con esattezza la linea che sepera la realtà dal "falso"? O meglio, vi è davvero una differenza sostanziale o sono solo le parole ad essere radicalmente opposte come significato?. Nell'ora e mezza che propone Linklater si può intuire la sua personale (o quella di Dick) risposta alla domanda, e cioè niente è diviso dalla famosa linea, ma tutto è mescolato pronto ad esplodere se sollecitato. Il protagonista, Robert Arctor, abusando di una fantomatica sostanza denominata "Sostanza M", spinge la non realtà a prevalere nel mucchio prima citato,senza accorgersi del declino imminente. [+]

[+] lascia un commento a cinemalove »
d'accordo?
khaleb83 lunedì 19 gennaio 2015
sorprendente Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Davvero un ottimo lavoro: d'altronde, quando c'è la firma di P.K. Dick, se l'opera originale non viene ampiamente tradita (cosa che purtroppo non è infrequente) ma solo adattata a dovere, il risultato è garantito. La scelta grafica inizialmente potrebbe spiazzare, ma bisogna ammettere che a lungo andare paga, consentendo anche di rendere alcuni elementi del film in maniera sensata senza ricorrere a effetti che, con una regia e una fotografia convenzionali, difficilmente avrebbero reso l'idea. Inoltre, aiuta a superare le note incapacità espressive di Reeves: tra un personaggio parzialmente apatico e l'effetto disegnato che ne ricalca le espressioni, pare di vedere un attore vero e proprio. [+]

[+] lascia un commento a khaleb83 »
d'accordo?
cantastorie lunedì 15 febbraio 2010
"io ho visto la morte sorgere dalla terra, Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%


dalla superficie della terra... in un'unico  gambo  azzurro. Un regalo per i miei amici, per ringraziamento". E' così a chiudersi A Scanner Darkly in un ultimo colpo di poesia che brucia come fiamma viva sulla pelle. Chi è assueffatto da una grafica alla Pixar o conosce bene uno stile alla Studio Ghibli, le prime scene sono ipnotizzanti e magnetiche, colpiscono in pieno petto facendo mancar l'aria. Si resta ammirati, anzi, soggiogati a bocca aperta e piano piano si entra in quel mondo: mondo in cui tutti sono dipendenti da qualcosa, specie dalla droga; in cui il potere centrale lotta maniacalmente contro i dipendenti osservando e indagando su tutti, schiacciando la privacy dei propri cari cittadini a fin di bene, mentre su altri fronti combatte una guerra contro i papabili smerciatori di narcotici. [+]

[+] lascia un commento a cantastorie »
d'accordo?
nikki lunedì 19 febbraio 2007
a scanner dickly Valutazione 4 stelle su cinque
47%
No
53%

Sostanza M ossia morte... più che una droga è la droga, la materializzazione dell'oscuro intento di chi muove le fila della nostra società: il controllo delle nostre menti. Fred/Bob Arctor spia/spiato è il protagonista di questa storia psichedelica allucinata che magistralmente traduce in immagini l'opera omnia e autobiografica del grande Philip K. Dick (a scanner darkly). Fred/Bob, agente infiltrato della narcotici, viene incaricato di indagare sui traffici di droga di appartenente ad un gruppo di schizzati amici "per la droga". Con il passare dei fotogrammi Fred/Bob scopre che sta spiando ed investigando se stesso e progressivamente, aiutato dal massiccio consumo di sostanza M, cade in un profondo stato di paranoia che finirà per sottometterlo e ridurlo all'ombra di se stesso. [+]

[+] sono d'accordo (di giorgio - roma)
[+] lascia un commento a nikki »
d'accordo?
A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | getulio
  2° | www.dlsan.org
  3° | francesco manca
  4° | unoscuroscrutare
  5° | cinemalove
  6° | khaleb83
  7° | cantastorie
  8° | nikki
Rassegna stampa
Luca Barnabé
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito italiano
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 20 ottobre 2006
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità