Le chiavi di casa

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Le chiavi di casa   Dvd Le chiavi di casa   Blu-Ray Le chiavi di casa  
Un film di Gianni Amelio. Con Kim Rossi Stuart, Charlotte Rampling, Alla Faerovich, Pierfrancesco Favino, Manuel Katzy.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 105 min. - Italia, Francia, Germania 2004. - 01 Distribution uscita venerdì 10 settembre 2004. MYMONETRO Le chiavi di casa * * * - - valutazione media: 3,03 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,03/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
Il viaggio in terra tedesca costituisce per Gianni e suo figlio l'occasione per conoscersi meglio e riuscire finalmente a comprendersi.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Un film che fa riflettere e commuovere nel senso più profondo del termine
Giancarlo Zappoli     * * * - -
Questo film è disponibile in versione digitale, scopri il miglior prezzo:
TROVASTREAMING

Negato a Berlino che Io corteggiava da mesi, rifiutato da Cannes che proponeva in cambio l'apertura della sezione ""Un certain regard"", Le chiavi di casa sbarca finalmente in concorso alla Mostra di Venezia.
"Chi entra papa in Conclave ne esce cardinale". Non vorremmo che l'antica massima venisse ancora una volta applicata a Venezia (è già successo lo scorso anno con Bellocchio). Sin dall'inizio della Mostra si parlava di un Amelio possibile vincitore del Leone d'Oro e questo non favorisce certo un effettivo raggiungimento del massimo premio. In realtà Amelio un premio questa volta lo meriterebbe per l'amore con cui ha adattato il libro di Pontiggia dedicato al suo rapporto con il figlio spastico.
Gianni (Kim Rossi Stuart) ha perso la giovane moglie in sala parto mentre dava alla luce un figlio portatore di handicap. Da allora ha rifiutato di vederlo. Ora però fa ritorno per accompagnarlo in Germania per una visita specialistica. Il viaggio e la permanenza in terra tedesca costituiscono per i due l'occasione per conoscersi e comprendersi.
Detto così Le chiavi di casa può sembrare o il solito film 'on the road all'italiana' o l'ennesimo clone para-hollywoodiano sull'handicap. Ma quando dietro alla macchina da presa sta un signore che si chiama Gianni Amelio e alla sceneggiatura lavorano Rulli e Petraglia il risultato è senz'altro diverso. Il rapporto tra padre e figlio è narrato non come un work in progress di comprensione ed empatia ma con la profonda consapevolezza della impermanenza dei comportamenti. Gianni si rende conto che la sensibilità del figlio Paolo (Andrea Rossi) è elevatissima. Ma così come lo è sul piano dell'espansività affettiva lo è anche su quello delle reazioni di chiusura, degli automatismi ripetitivi che servono a darsi sicurezza, dei ritorni indietro rispetto ad atteggiamenti che si ritenevano ormai acquisiti. "Perché fai così?" è la domanda di Gianni di fronte a una reazione inattesa di Paolo. Ma alla domanda, Amelio ne è perfettamente consapevole, non ci può essere risposta. Paolo non 'sa' perché si comporta in quel modo. Lo fa e basta. Il rapporto tra i due non potrà che tentare di fondarsi sulle sabbie mobili dell'incertezza, del costruire con amore ogni giorno una rete di piccoli segni tanto delicata quanto fondamentale. Ma il messaggio (ebbene sì il 'messaggio' che così tanta paura sembra fare ai cinefili portabandiera del cinismo) più forte è affidato alle parole di Charlotte Rampling rivolte a Gianni: "Mi sembrava che lei si vergognasse di suo figlio". Non bisogna vergognarsi di amare chi non ci offre certezze. E' forse in questo l'essenza dell'amore più vero.

Stampa in PDF

TROVASTREAMING
LE CHIAVI DI CASA
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
Infinity
Premi e nomination Le chiavi di casa MYmovies
Le chiavi di casa recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination Le chiavi di casa

premi
nomination
David di Donatello
1
0
* * * * *

Impariamo ad amare

mercoledì 20 settembre 2006 di joefrost

Gianni Amelio ci regala il suo film più bello, più intenso. La storia di un padre (Rossi Stuart, ottimo attore drammatico e vincitore meritato di un globo d'oro) che decide di incontrare per la prima volta il suo primo figlio, portatore di handicap (uno straordinario Andrea Rossi). Insieme fanno un viaggio che li porterà fino ai fiordi della Norvegia, e nonostante anni di silenzio assoluto, Gianni imparerà ad amare quel figlio abbandonato in fasce dopo la morte della compagna durante il parto. Il continua »

* * * - -

Lucidamente commovente

domenica 28 dicembre 2008 di paride86

"Le chiavi di casa" sta a metà tra un film e un documentario per il sociale, muovendosi su binari non sempre credibili. Non sono plausibili, per esempio, il prologo e le motivazioni che spingono Gianni, dopo tanti anni, ad intraprendere un viaggio così difficile con il figlio, oppure l'affetto improvviso che matura per il ragazzo. Eppure la storia è toccante ed emotivamente coinvolgente e il film ha il pregio di non scadere nel drammone lacrimoso, ma anzi, rimane lucido e a volte anche amaro (lo continua »

* - - - -

Clamoroso passo falso di gianni amelio

lunedì 4 aprile 2005 di David

"Le chiavi di casa" è un film incoerente, incontrollato, sfuggito di mano al suo stesso artefice. Regia e recitazione vanno ognuna per conto proprio: l'esemplare asciuttezza dello sguardo, indurita dalla secchezza del montaggio e illividita dalla fotografia plumbea di Luca Bigazzi, contrasta violentemente con la stucchevolezza di una recitazione plateale, vistosa, sguaiata. Il rigore dell'impostazione semidocumentaristica è letteralmente disintegrato dal forte sapore di artificio che abita ogni continua »

* * - - -

Le chiavi di cosa?

mercoledì 18 luglio 2007 di albsorge@yahoo.it

Sento, osservo e respiro quella frase che mi rimbomba nelle orecchie e mi produce fastidiosi pensieri di vendetta; "è uno di quei film che rimangono dentro"-dicono in molti. Cosa vuol dire "è uno di quei film che rimangono dentro?". Anche 'Natale sul Nilo', 'Fusi di testa' e imbarazzanti opere di Muccino sono film che rimangono dentro...nel senso letterale del termine..rimangono dentro in quanto terribili ricordi di orrenda espressione di come non si fa il cinema. Fatta questa doverosa (per me) continua »

Gianni (Kim Rossi Stuart) e Nicole (Charlotte Rampling)
Stavo lì fuori dalla stanza, quando arriva un dottore che dice "sua moglie non ce l'ha fatta, ma il bambino sta bene, ha solo qualche problema" [...] e chi si è preso cura di lui? [...] Io non l'ho nemmeno voluto vedere.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
NICOLE:
" MI GUARDAVA CON UN'ARIA DISPERATA ED IO MI SONO CHIESTA: "PERCHè NON MUORE?" "
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Nicole (Charlotte Rampling)
"Strano vedere qui un uomo; questo è il lavoro sporco che tocca alle madri, i papà non ce la fanno, con una scusa o con un'altra si tirano indietro!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Le chiavi di casa

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 9 febbraio 2005

Cover Dvd Le chiavi di casa A partire da mercoledì 9 febbraio 2005 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Le chiavi di casa di Gianni Amelio con Kim Rossi Stuart, Charlotte Rampling, Alla Faerovich, Pierfrancesco Favino. Distribuito da 01 Distribution, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 5.1, e sottotitolato in italiano per non udenti. Su internet Le chiavi di casa è acquistabile direttamente on-line su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film Le chiavi di casa

SOUNDTRACK | Le chiavi di casa

La colonna sonora del film

Disponibile on line da mercoledì 9 febbraio 2005

Cover CD Le chiavi di casa A partire da mercoledì 9 febbraio 2005 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Le chiavi di casa del regista. Gianni Amelio Distribuita da Emergency Music.

APPROFONDIMENTI | Il regista conferma la complicità con i personaggi quale specifico del suo cinema.

Gianni Amelio

mercoledì 5 marzo 2014 - Mauro Gervasini

La politica degli autori: Gianni Amelio Penetra per noi nella «giungla dei morbidi» Gianni Amelio, autore del documentario Felice chi è diverso nelle sale dal prossimo 6 marzo distribuito da Istituto Luce e Rai Cinema. Dove per «giungla dei morbidi» si intende(va) quella parte di Villa Borghese a Roma teatro secondo un cinegiornale scandalistico di inizio anni 70 di incontri tra maschi, altrimenti definiti "invertiti", "diversi", "finocchi", "pin up boy" o "capovolti", da cui la definizione delle pratiche omosessuali come "vizio capovolto".

   

di Natalia Aspesi La Repubblica

Nati due volte di Giuseppe Pontiggia, per quanto vagamente autobiografico, era un romanzo, con un suo inizio, una sua fine, dei suoi personaggi. Le chiavi di casa di Gianni Amelio, che a quel libro lontanamente si ispira, è un film, e non bisogna dimenticarlo, anche se l’intensità della storia e la veridicità del protagonista paiono cancellare ogni finzione. Ma il personaggio Andrea, adolescente disabile, non rappresenta il vero Andrea che lo interpreta: tetraplegico spastico, molto amato da genitori straordinari, lui ha fragilità, difficoltà, interruzioni, vuoti, chiusure, che neppure un grande regista come Amelio può sondare e raccontare. »

di Brunella Schisa Il Venerdì di Repubblica

Quando mi hanno proposto di fare un film dal libro Nati due volte, di Giuseppe Pontiggia, mi sono subito reso conto che non ne ero capace. La storia era troppo personale, toccava un argomento drammatico nel quale non sarei riuscito a entrare con naturalezza. Avrei dovuto parlare di un’esperienza nella quale non potevo identificarmi. Un regista usa un linguaggio diverso rispetto a uno scrittore e deve permettersi delle libertà, ma poiché la storia di Pontiggia era autobiografica, mi sono sentito un intruso. »

di Franco Patruno L'Osservatore romano

Uscendo dalla film di Gianni Amelio Le chiavi di casa non si vive fortunatamente nel ricordo patetico. La precompressione pronta a farsi pregiudizio, su un possibile sentimentalismo del soggetto, svanisce lentamente percorrendo non solo la storia in quanto tale, ma i disincantati modi di rappresentazione. É parso evidente che il regista calabrese abbia a tal punto focalizzato l’attenzione sul divenire della relazione personale da rendere inutili le consuete e riprese dall’alto, i contro piani espliciti che affermano se stessi senza urgenze di continuità e i movimenti di macchina dalla facile suggestione. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Il bellissimo Le chiavi di casa di Gianni Amelio non è soltanto un film sull’approdo alla maturità (le chiavi di casa ne sono appunto il simbolo), su1 rapporto tra un giovane padre e un figlio quindicenne gravemente handicappato. Il talento del regista amplia l’analisi a ogni rapporto tra sano e malato, forte e debole, normale e diverso, autosufficiente e dipendente, e senza mai lasciar intendere che «siamo nati per soffrire», dice che il dolore esiste, che i patimenti fanno parte della vita, che bisogna accettarli. »

Le chiavi di casa | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
David di Donatello (1)


Articoli & News
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità