Gioco di donna

Un film di John Duigan. Con Charlize Theron, Penelope Cruz, Stuart Townsend, Thomas Kretschmann, Steven Berkoff.
continua»
Titolo originale Head in the Clouds. Drammatico, durata 120 min. - USA, Gran Bretagna, Spagna, Canada 2004. uscita venerdì 29 aprile 2005. MYMONETRO Gioco di donna * * 1/2 - - valutazione media: 2,87 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,87/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
   
   
   
In una notte tempestosa del 1933, il diciannovenne irlandese Guy Malyon sta lavorando alla sua scrivania nel St. John's College di Cambridge, quando, bagnata fradicia, fa irruzione nella sua stanza una donna - la più bella che lui abbia mai visto.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Dramma e melodramma si fondono in un pastiche non privo di emozioni e convenzioni, un film che incalza lo spettatore con sfrontato autolesionismo
Adriano De Carlo     * * * - -

Gioco di donna, segna il ritorno del melodramma più classico, attualizzato dall'esplicita rappresentazione delle passioni e del sesso estremi. Il regista e sceneggiatore John Duigan sa di cosa parla e senza alcuna inibizione mette in scena i miti letterari e mondani che hanno fatto dell'Europa a cavallo tra gli anni 30 e 40 un centro mondiale di sperimentazioni belliche, esistenziali e artistiche. Le ombre di Gertrude Stein, di Jean-Paul Sartre, di Scott Fitzgerald, di William Somerset Maugham, fino a Frederick Forsyth, sono una presenza palpabile, talvolta indigesta, ma non priva di fascino. Si potrebbero elencare all'infinito le fonti di ispirazione di Duigan, non escludendo Douglas Sirk, per quel dolcemente atroce e convenzionale ritratto di donna, ma non di signora.
Charlize Theron, abbandonati il peso, il volto e l'oscar dell' orribile eroina di Monster, supera l'esame, sfoderando la sua ammaliante bellezza ed un temperamento che la rimandano alla migliore Lana Turner, della quale è la sola erede.
Il tessuto storico che colora l'intera vicenda è un nobile bignami di tutto quanto è accaduto nella prima metà del secolo scorso. Il giovane irlandese Guy (Stuart Townsend), si vede piombare nella sua casa a Cambridge, bagnata e trafelata, la splendente Gilda, in fuga dal fidanzato e da allora i due vivranno la loro relazione tra mille incongruenze, illusioni e drammi. Tre anni dopo saranno assieme a Parigi, in un "ménage a troi" che coinvolge Mia (Penelope Cruz), una giovane spagnola, zoppa a causa di un incidente. In Spagna la guerra civile è ormai inevitabile e dopo alcuni tentennamenti Mia e Guy, che è un idealista, abbandonano Gilda e vanno a combattere per i repubblicani: chi poteva dubitarne? La partitura drammatica ha qui un'ulteriore accelerazione, svaniti i toni fatui, con Hitler che bussa alla porta, tutto affonda nel dramma storico. Guy torna in Inghilterra e Gilda si concede al nemico che ha invaso Parigi. Dramma e melodramma si fondono in un pastiche non privo di emozioni e convenzioni.
In breve: prendere o lasciare, senza alternative, poiché di ogni cosa è vero anche il contrario. Gioco di donna non si fa gioco degli spettatori, ma li incalza con sfrontato autolesionismo, fino a meritare l'assoluzione.

Incassi Gioco di donna
Primo Weekend Italia: € 380.000
Incasso Totale* Italia: € 1.618.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 21 agosto 2005
Sei d'accordo con la recensione di Adriano De Carlo?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
63%
No
37%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Ottimo film tra erotismo, amore e dramma

mercoledì 13 aprile 2011 di Jayan

Un rapporto a tre: due lesbiche bisex e un uomo. Il trionfo dell'erotismo, della gioia di vivere, che in seguito, a causa della guerra e dell'invasione della Francia da parte di Hitler, porterà i tre a separarsi, chi per lottare nella guerra in Spagna, chi per partecipare alla resistenza francese a Parigi. La donna che non voleva partecipare in nessun modo alla guerra e continuare nella sua ricerca del piacere e delle gioie della vita, sarà costretta a cambiare. Da vedere continua »

* * * - -

Melodramma su sfondi di guerra!

lunedì 28 gennaio 2013 di Renato C.

Qante volte il cinema ha trattato storie d'amore finite poi in tragedie a causa della guerra? Molte, soprattutto sulla seconda guerra mondiale! Fan sempre senso però questi films, in cui i personaggi pare cerchino di vivere una vita più spensierata possibile prima che arrivi la tragedia! Il personaggio di Gilda è uno di quelli che meglio incarna questo tipo di persone, nessun sentimanto religioso, volere prendere il massimo che la vita può offrire e darsi alla continua »

* * * * *

Film passionale, drammatico, sentimentale

martedì 11 dicembre 2012 di IoSonoSilvia! =D

"Gioco di donna" vede come protagonisti Gilda (Charlize Theron), Guy (Stuart Townsend), e Mia (Penelope Cruz). Gilda conduce uno stile di vita edonistico, mondano, passionale e privo di responsabilità. Una donna che vive la vita come se tutto fosse un gioco, come se al di fuori del suo "bozzolo" nient'altro avesse importanza. Una sera fa irruzione in camera di uno studente,Guy, per sfuggire da una lite con il suo amante, un professore universitario. Guy resta profondamente continua »

* * * - -

Grande theron in un film storico di spessore

domenica 30 giugno 2013 di kondor17

Gilda-Charlize è una giovane francese,  ricchissima e ribelle, in conflitto col padre e indifferente alla madre, che si diletta vivendo la vita a tinte forti, passando  da Cambridge ad underground parigini, dalla danza alla fotografia, ma senza particolari interessi per quello o per quello. Qui conosce ed ospita in casa Mia-Penelope Cruz, profuga spagnola, venuta a Parigi per studiare infermeria, dopo essere stata ferita ed azzoppata dai franchisti, nel tentativo di evitare la cattura continua »

charlize theron
"Il matrimonio smette di farti impegnare..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Charlize Theron
"Dovresti sentire cosa dicono di te..."
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

di Lietta Tornabuoni La Stampa

SI chiama Gilda, un nome che per assonanza rimanda anche a Zelda, l’inquieta e affascinante moglie-musa di Scott Fitzgerald. Ovvero quel tipo di personaggio femminile capriccioso e libertino, distruttivo e irresistibile immortalato in tanta letteratura degli anni fra le due guerre soprattutto dagli americani espatriati, da Hemingway a Henry Miller. Non c’è dubbio che il regista inglese John Duigan, autore a tutto tondo di «Gioco di donna» (ha scritto anche il romanzo su cui si basa il film), ha ritagliato su quel modello la figura della protagonista, per l’appunto Gilda (Charlize Theron). »

di Roberto Nepoti La Repubblica

Lo consigliamo a due categorie di spettatori. Quelli che hanno un debole per le storie che anche solo lambiscano la guerra civile spagnola. E quelli che hanno un debole per Charlize Theron. A tutti gli altri diciamo francamente: lasciate perdere. Per gli interessati. Guy è un ragazzotto irlandese imbranato che si sta faticosamente emancipando da umili origini studiando a Cambridge. Una notte si intrufola sfacciatamente nella sua vita Gilda (Theron), straricca ereditiera dai costumi spregiudicati. »

di Luca Barnabé Ciak

St. John’s College,Cambridge, 1933. Guy (Stuart Townsend) e tutto solo nella sua cameretta del campus. A un certo punto gli piomba in camera Gilda, Charlize Theron, fradicia di pioggia. E subito attrazione. Tre anni dopo Guy e Gilda si ritrovano a Parigi. Dividono un appartamento e una passione bruciante, folle e anticonformista, insieme alla spagnola Mia (Penélope Cruz), ballerina mancata in seguito a un incidente, ora modella zoppa e un po’ masochista, scappata dalla Guerra Civile. I quindici anni di storia raccontati da John Duigan, attraverso un triangolo amoroso e al ritmo di ParIez-moi d’amour o di Minor Swing dello zingaro Django Reinhardt e Stéphane Grappelli, di buono hanno solo la musica e i nudi, mai integrali ma generosi, di Charlize Theron. »

di Aldo Fittante Film TV

In una notte buia e tempestosa, il l9enne irlandese Guy Malyon mentre lavora alla sua scrivania si vede piombare in casa una splendida fanciulla, fradicia e bagnata. È la famosa Gilda Bessé, metà francese e metà americana, in fuga da qualcuno, da qualcosa, da se stessa. Siamo a Parigi, negli anni 30. Hitler è sul punto di sfondare gli argini, in Spagna sta per cominciare una sanguinosissima guerra civile, gli ebrei scappano o vengono rinchiusi. Insomma, il mondo ribolle, ma la divina Gilda si dedica al suo sport preferito: l’edonismo. »

Gioco di donna | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Adriano De Carlo
Pubblico (per gradimento)
  1° | jayan
  2° | renato c.
  3° | iosonosilvia! =d
  4° | kondor17
Rassegna stampa
Aldo Fittante
Luca Barnabé
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 29 aprile 2005
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità