Tre colori - Film blu

Acquista su Ibs.it   Dvd Tre colori - Film blu  
Un film di Krzysztof Kieslowski. Con Emmanuelle Riva, Juliette Binoche, Benoit Regent, Yann Tregouet, Florence Pernel.
continua»
Titolo originale Trois couleurs: Bleu. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 95 min. - Francia, Polonia 1993. MYMONETRO Tre colori - Film blu * * * * - valutazione media: 4,06 su 27 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,06/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * * -
   
   
   
In un incidente d'auto Julie perde il marito, famoso compositore, e la sua bambina. Distrutta dal dolore, come farà a riprendere in mano la vita?
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Parobola esistenziale alla Kiesolwski
Annarita Mazzucca     * * * - -

Prima pellicola della celebre trilogia dedicata dal regista polacco Krzysztof Kieslowski ai tre colori della bandiera francese e, di conseguenza, al motto della rivoluzione francese, "Liberté, Égalité, Fraternité". Il film, che gli valse il Leone d'Oro, ci costringe a un confronto impietoso col paradosso della necessità della protagonista di una sorta di "libertà emotiva" che la spinge a un'elaborazione del lutto singolare: Julie, transita attraverso un dolore asciutto ed estremo, quasi schizofrenico, convincendosi che per ricominciare sia necessario annullare le memorie passate e che l'unico mezzo per redimersi dal dolore sia abdicare all'oggetto della sofferenza. Dapprima frastornata dalle immagini del corteo funebre del marito e della sua bambina che scorrono sulla tv dell'ospedale e dopo un tentativo di suicidio approssimativo divorando un flacone di pillole qualunque, ogni suo atto è votato a eliminare il suo trascorso di madre e moglie (anziché preservare gelosamente le vestigia della sua pargola defunta, divora nevroticamente la caramella della sua bambina ritrovata in borsa, non già per assaporarne il ricordo ma quasi come a cancellarne il ricordo terrestre). Così come la risata dissacrante all'ascolto della testimonianza del ragazzo che aveva involontariamente assistito all'agonia del marito ("Stava raccontando una barzelletta"): tutto in lei sembra volto alla contaminazione e alla vaporizzazione della sua esistenza pre-incidente (si spingerà fino a distruggere l'opera ultima di suo marito, compositore di fama). Lo stato vegetativo emotivo, volontario asilo politico dalla passione, al riparo dalla vita e dallo stesso dolore precipita rovinosamente quando la nostra eroina viene posta di fronte lo specchio irreversibile delle scelte: l'amore di Olivier, amico e collaboratore del marito, la scoperta dell'embrione nel ventre dell'amante di suo marito. Il ritorno alla vita (già suggerito dalle continue immersioni in piscina di Julie, in cui la donna, pare tornare nel rassicurante oblio del liquido amniotico, liberandosi da qualsiasi pressione esercitata dalla forza di gravità terrestre e scivolando nell'apnea emotiva di un non-luogo interiore) viene celebrato nel delicato slancio emotivo della memorabile pagina cinematografica in cui Julie scoprendo l'esistenza di un nido di topolini nello sgabuzzino e, intenerita come fosse in una nursery, li risparmia, compiendo la sua prima scelta dall'inizio della pellicola: la vita.

Premi e nomination Tre colori - Film blu MYmovies
il MORANDINI
Sei d'accordo con la recensione di Annarita Mazzucca?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
28%
No
72%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Tre colori - Film blu

premi
nomination
Festival di Venezia
5
0
Golden Globes
0
3
* * * * *

Al di là del bene e del male

domenica 2 dicembre 2007 di NICO

Esiste una correlazione tra la protagonista e suo marito? Forse la stessa che lega, tramite l’amore, gli uomini e le donne. Forse una sorta di desiderio di possedere più che di amare? Desiderio, possesso, amore, arte, morte, creazione. Alcuni degli aspetti più importanti della vita si fondono in Lei e in Lui e.. l’altro da loro (la figlia). E il tratto blu unificante sembra essere la musica, quella sensazione tutta umana di lasciarsi cullare dalle note… e in uno schianto tutto sparisce, la musica continua »

* * * * *

Il senso della vita

sabato 12 agosto 2006 di Auro

Film Blu fa parte della trilogia, bianco, rosso, blu, che il regista Kieslowsky dedica agli ideali rappresentati dai colori della bandiera francese. E' dei tre il film più struggente. La protagonista, Julie, perde il marito, famoso compositore, e le figlia in un tragico incidente stradale in cui anche lei rimane coinvolta. Uscita dall'ospedale, si accorge di aver smarrito l'interesse nei confronti della vita, e si lascia dunque andare ad un quotidiano fatto di malinconica apatia e di triste solitudine. continua »

* * * * *

Intimo e meraviglioso

venerdì 22 ottobre 2010 di filippomazz

Nel film iniziatore della sua magica Trilogia dei Colori (Blu, Bianco e Rosso come la bandiera francese) Kieslowski mette a nudo il dolore di una donna che ha appena perso marito e figlia in un incidente automobilistico. Julie (una splendida e sconvolta Juliette Binoche) tenta in tutti i modi di tagliare in modo netto con il passato eliminando un pò tutte le prove dell'esistenza dei cari perduti..perchè fare i conti con i ricordi è tremenamente doloroso. Ma pian paino con continua »

* * * - -

Una storia struggente in parte

venerdì 6 agosto 2010 di Luca Scialò

In un incidente d'auto in cui resta illesa, Julie perde il marito e la figlia. Una doppia perdita che ovviamente la sconvolge, ma con forza e determinazione cerca di rifarsi una vita, ricostruendo man mano a fatica i suoi pezzi. Aiutato da un collaboratore del marito, Olivier, si convincerà anche di completare un'opera del marito compositore, scritta in occasione della nascita dell'Unione europea, chiamata appunto “Concerto per l'Europa”. Krzysztof Kieslowski continua »

Benoit Régent e la vedova di Patrick, Juliette Binoche
Pronto...
Sono Julie. Volevo chiederle... Lei mi ama?
Sì.
Da molto?
Da quando ho cominciato a lavorare con Patrick.
Lei pensa che io sia meravigliosa?
Sì.
Affascinante?
Sì.
Pensa a me? Sente nostalgia per me?
Sì...
Venga qui, per favore.
Adesso?
Sì, adesso.
È sicura?
Per favore, venga.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Juliette Binoche, che ha perso il marito e la figlia in un incidente, e la domestica Isabelle Sadoyan
Perché piange, signora Maria?
Perché lei non piange.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Juliette Binoche spiega a Yann Tregouet le ultime parole del marito, morto in un incidente d'auto
Ha detto... Non riesco a capirlo... Ha detto: "Provi adesso a tossire..."
Mio marito stava raccontando una barzelletta. L'aveva letta su un libro. Una donna ha una tosse terribile. Va dal dottore e il dottore le dà una pillola. "Che cos'è questa medicina?" domanda la donna inghiottendo la pillola. "È il lassativo più forte che conosca" risponde il dottore. "Un lassativo?" chiede stupita la donna. "Sì" risponde il dottore” "Provi adesso a tossire". Abbiamo riso. In quel momento la macchine è saltata via...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Tre colori - Film blu

Uscita in DVD

Disponibile on line da martedì 9 settembre 2014

Cover Dvd Tre colori - Film blu A partire da martedì 9 settembre 2014 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Tre colori - Film blu di Krzysztof Kieslowski con Emmanuelle Riva, Juliette Binoche, Benoit Regent, Yann Tregouet. Distribuito da Cecchi Gori Home Video. Su internet Film blu. Tre colori (DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film Tre colori - Film blu

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Che attrice: in Trois couleurs. Bleu di Krzysztof Kieslowski, film imperfetto e bellissimo che fa dell’azzurro il colore della libertà, Juliette Binoche, sullo schermo dal primo all’ultimo minuto nel racconto che la elegge protagonista unica, offrendo la propria faccia a una macchina da presa che la esplora e denuda e le penetra persino nelle pupille, pronunciando pochissime parole e affidando soltanto all’intensità fisica l’espressione d’un sentimento ineffabile come il dolore, è davvero straordinaria. »

di Irene Bignardi

È solo uno di quattro film del maestro polacco che arrivarono in Dvd. Sembra che vengano (lo dico in senso positivo) da un altro mondo: un mondo in cui - ed era meno di quindici anni fa - aveva diritto di cittadinanza un cinema del pensiero che era anche un grande cinema dell'immagine. Mentre ora, quando si vuole ironizzare su una serie cinematografica, si tira in ballo quel capolavoro che è il suo Decalogo. Facile ironizzare sulla «struttura» e la simmetria che Kieslowski ha costruito attorno alle sue storie, e che si ripete per Tre colori, e cioè Film blu, Film bianco e Film rosso, e che è l'asse interno di La doppia vita di Veronique. »

Tre colori - Film blu | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | nico
  2° | filippomazz
  3° | auro
  4° | anita intra
  5° | fedeleto
  6° | giacomo j.k.
  7° | jos d
  8° | luca scialò
Festival di Venezia (5)
Golden Globes (3)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Shop
DVD
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità