Amadeus

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Amadeus   Dvd Amadeus  
   
   
   

riassunto e relazione del film Valutazione 1 stelle su cinque

di marshall


Feedback: 0
venerdì 25 gennaio 2008

"Per il rispetto che le sue opere hanno ispirato ai musicisti e per la popolarità che esse hanno goduto fra il grande pubblico, egli è probabilmente il compositore più ammirato nella storia della musica occidentale". Con questa asserzione il New Grove Dictionary of Music and Musicians, pubblicato nel 1980, comincia il suo magistrale articolo su Ludwig van Beethoven. Poco più di un decennio più tardi, questa frase non si sarebbe applicata tanto al Golia tedesco, quanto piuttosto al David austriaco. Non solo perché il 1991 è l'anno del bicentenario dalla morte di Mozart, ma anche perché si può dire che la sua immagine elegante e classica ha finito per essere preferita all'espressione più estroversa di Beethoven. Accendete la televisione e vedrete Hugh Downs o Peter Ustinov raccontare uno speciale su Mozart. Passate su un canale commerciale: un concerto per pianoforte (KV 466) e la "piccola" Sinfonia in sol minore (KV 183) promuovono la vendita dei computer MacIntosh, il Don Giovanni (KV 527) nobilita un detersivo per lavatrice, Le nozze di Figaro (KV 492) vendono un'automobile, il Lacrymosa del Requiem (KV 626) santifica i Lee Jeans e un altro concerto per pianoforte (KV 482) macina il caffè Maxwell House. Il ritrovamento di una sinfonia di Mozart, anche se appartenente al periodo giovanile, finisce in prima pagina sul New York Times. I collezionisti farebbero qualcunque cosa pur di avere un pezzo di spartito mozartiano; gli autografi di Mozart si vendono agli stessi prezzi dei quadri più pregiati; un antiquario, addirittura, ha smembrato la partitura della Serenata "Andretter-Musik" (KV 185) e l'ha venduta pezzo per pezzo al fine di aumentare il suo guadagno. Gli incassi teatrali de Le nozze di Figaro e del Don Giovanni ora rivaleggiano con quelli de La Boheme e di Madama Butterfly. Questa popolarizzazione di Mozart non derivò dai teatri o dalle sale da concerto, bensì dal palcoscenico e dallo schermo. Più di qualsiasi altro fattore, la "Mozart mania" degli anni Ottanta prese origine dalla commedia di Peter Shaffer intitolata Amadeus. Essa e il successivo film diretto da Milos Forman propugnarono la causa di Mozart più di ogni altra cosa nei duecento anni dalla morte del compositore. Amadeus venne rappresentato a Londra, Washington e New York e fu tradotto, tra l'altro, in tedesco e in ungherese, entrando nel repertorio del Burgtheater di Vienna e del Nemzeti Szinhaz di Budapest. Shaffer ha continuamente riveduto la versione scenica, per dirla con le sue stessa parole, "alla ricerca quasi ossessiva della chiarezza, dell'ordine strutturale, del dramma. [...] Uno dei difetti che io [Shaffer] ritengo esserci stato nella versione londinese sta semplicemente nel fatto che Salieri ha avuto troppo poco a che fare con la rovina di Mozart". Per la versione cinematografica, Shaffer e Forman hanno ancora riveduto lo scritto, tenendo conto non solo della nuova forma ma anche del pubblico più ampio e meno sofisticato. Entrambi erano d'accordo nel dire che non stavano scrivendo una "Vita di Wolfgang Mozart" in senso obiettivo. Ovviamente sul palcoscenico Amadeus non fu mai inteso come una biografia del compositore, e ciò non doveva avvenire neppure per il film. "In altre parole stiamo rivendicando la grande licenza del cantastorie, che può abbellire la sua storia con ornamenti romanzeschi e, soprattutto, con una tensione narrativa la cui unica giustificazione sta nel fatto che in tal modo egli riesce ad affascinare il suo pu

[+] lascia un commento a marshall »
Sei d'accordo con la recensione di marshall ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
14%
No
86%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Amadeus | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Stefano Lo Verme
Pubblico (per gradimento)
  1° | matteo
  2° | stefano
  3° | letizia#7
  4° | g. romagna
  5° | lukytells
  6° | tizianastanzani
  7° | mjjlady
  8° | antonietto
  9° | gabriella
10° | greta
11° | great steven
12° | jacopo b98
13° | renato clint ian mazza
14° | shiningeyes
15° | costanza
Rassegna stampa
Giovanni Grazzini
Premio Oscar (17)
Nastri d'Argento (2)
Golden Globes (6)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità