Christiane F. - Noi i ragazzi dello zoo di Berlino

Film 1981 | Drammatico V.M. 14 138 min.

Regia di Uli Edel. Un film con Natja Brunckhorst, Thomas Haustein, Jens Kuphal, David Bowie, Rainer Woelk, Jan Georg Effler. Cast completo Titolo originale: Christiane F. wir Kinder von Bahnhof Zoo. Genere Drammatico - Germania, 1981, durata 138 minuti. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: V.M. 14 - MYmonetro 3,27 su 65 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Christiane F. - Noi i ragazzi dello zoo di Berlino
tra i tuoi film preferiti.




oppure

La quattordicenne berlinese Christiane scivola lentamente nell'abisso dell'eroina, giungendo a prostituirsi per la dose quotidiana.

Christiane F. - Noi i ragazzi dello zoo di Berlino è disponibile a Noleggio e in Digital Download su TROVASTREAMING Compralo subito

Consigliato sì!
3,27/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,16
CONSIGLIATO SÌ
Testimonianza dai toni drammatici di una ragazza berlinese.

La quattordicenne berlinese Christiane scivola lentamente nell'abisso dell'eroina, giungendo a prostituirsi per la dose quotidiana e a ridursi a una nullità. Ma, mentre gli amici che la circondano cadono irrimediabilmente nella spirale della droga, per Christiane sembra accendersi una luce di speranza. Lavoro dai toni fortemente drammatici, di taglio televisivo, quasi cronachistico, privo di fronzoli, realistico e crudo ma al tempo stesso freddo e distante nella pura e semplice descrizione della tragedia. Il film nasce dalla storia vera di Christiane, raccolta in un'intervista e diventata un best-seller in Germania.

CHRISTIANE F. - NOI I RAGAZZI DELLO ZOO DI BERLINO
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD SD HD
CHILI
-
-
iTunes
-
-
-
-
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
sabato 25 agosto 2012
saya95

Ovviamente è un film molto cruento e realistico, e sono d'accordo sul fatto che un film non può farti cambiare idea, ma ti aiuta a prendere una decisione. Onestamente ho sempre pensato che si dovesse provare tutto nella vita, come si suol dire, per non avere rimpianti, e come la maggior parte dei personaggi sono convinta di avere un grande autocontrollo "posso smettere quando voglio", eppure ora, dopo [...] Vai alla recensione »

martedì 8 settembre 2015
Cipolla Profumata

Comincio da quello che non mi e' piaciuto. Certamente, per quanto belli e giovani,i protagonisti non sono impeccabili nella recitazione. Lei e' stata chiaramente scelta per quel delizioso volto angelico che quando inizia a sfiorire diventa un pugno nello stomaco. I dialoghi non sono mai troppo convincenti e complessivamente la sceneggiatura poteva essere sviluppata in modo migliore.

lunedì 23 maggio 2016
Maurizio Biondo

Prezioso capolavoro filmico. Profondo e delicato,crudo e irripetibile.  La parte debole del film,è la canzone cantata al concerto  da Bowie..è una forzatura che andava evitata...chissenefrega della presenza di Bowie in un film già capolavoro?!?!?  Non ce ne era bisogno,una sottospecie di videoclip,buttato dentro il film.

venerdì 7 marzo 2014
EvilDevin87

Come deve essere d'altronde. Tratto dall'omonimo romanzo/intervista del 1978, Uli Edel ci propone una triste realtà dell'epoca ambientata in una lugubre Berlino: una gioventù allo scatafascio, in balìa della droga e del degrado. Gioventù di cui la protagonista Christiane è diventata simbolo. Per ovvie ragioni il film è molto incompleto rispetto [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 settembre 2014
Novelz00

Premetto che questa recensione sarà molto sintetica perchè non ho voglia di parlare di questo film. Ho odiato a morte questo film per quattro principali motivi: 1- la recitazione, le espressioni degli attori sembrano sempre uguali, a parte quando si drogano che sembrano disabili, 2- la noia, è più divertente fissare per due giorni una sedia, 3- la tendenza del film a idolatrare [...] Vai alla recensione »

venerdì 12 settembre 2014
Novelz00

forse una stella è un po esagerato come giudizio ma di certo non merita più di una stella e mezzo. Un film terribile a mio avviso per quattro principali motivi: primo ,la recitazione, va bene che non sono attori professionisti ma un minimo di espressione al viso gli si può anche dare, secondo ,la noia, questo film è dominato dalla noia, forse è più divertente fissare per 2 ore e 20 una tartaruga che [...] Vai alla recensione »

lunedì 3 ottobre 2011
fra007

Questo film non vale un bel niente se parliamo di cinema, perchè la regia e il montaggio confezionano un prodotto abbastanza mediocre. Molto convincente invece la scenografia derivata dal famoso romanzo. Anche se i dialoghi sono "poveri", il trasporto psicologico è riuscito alla perfezione. Per questo motivo trovo che sia più valido l'aspetto documentaristico che [...] Vai alla recensione »

mercoledì 24 aprile 2013
paride86

Storie di ordinario degrado nella Berlino di fine anni '70. Un film difficile da digerire - io ho dovuto guardarlo in più tempi - per il crudo contenuto che, però, si rivela essere di grande interesse sociale. Musiche di David Bowie.

mercoledì 14 ottobre 2009
Spalla

Buona e convincente trasposizione sullo schermo della storia dell'eroinomane più conosciuta d'Europa. Come sempre, il film si presenta comunque un tantino inferiore al libro. Mancano infatti molte esperienze narrate da Christiane nel suo libro scandalo. Ad esempio, le sue condizioni di vita nel terribile quartiere di Gropiusstadt che l'hanno portata a cadere nella dipendenza dagli stupefacenti si riducono [...] Vai alla recensione »

venerdì 15 dicembre 2017
Emanuele 1968

Ricordo che ero in terza media, era il 1983 credo, venne proposto dalla scuola per poi trarre un tema e approfondire l'argomento, in quei tempi se non stavi attento era come una moda, ancor di piu alla fine degli anni 70. E stato il primo film biografico che abbia visto, personalmente oggi come allora film molto bello, toccante.

venerdì 25 marzo 2016
JacoP

..molto +articolato e intrigato.Essere cosi riduttivi ,beh...posso capire l'eta',l ingenuità,ma a 14 anni inizi a capire le cose basilari del fenomeno.Non intendo essere colui che ti illumina,bisogna considerare che con le generazioni il fenomeno droga si evolve,e ho da dissentire a colui che ha affermato che la droga ci sarè sempre,ma quei tempi,appunto sono stati i precursori ,poi l informazione [...] Vai alla recensione »

martedì 1 ottobre 2013
williamd

 Un film che TUTTI gli adolescenti dovrebbero vedere: ecco cos'è veramente la droga e dove si finisce con essa !!!   Questo film è tratto da una tragica storia vera, quella di Christiane Felscherionw, scrittrice e musicista tedesca tutt'ora vivente, che in passato aveva vissuto in un mondo inimmaginabile.  Un'infanzia difficile, genitori assenti, [...] Vai alla recensione »

giovedì 31 gennaio 2013
g_andrini

Questa vecchia pellicola parla soprattutto di prostituzione minorile, e di droga. E' stato un film scioccante per l'epoca, ma oggi si può parlare di superamento di questa fase così negativa. Brava e bella la protagonista femminile, che impersona perfettamente il suo ruolo.

sabato 1 settembre 2012
carlo002

Il film è senz'altro uno dei pilastri del suo genere, fa acquisire la percezione di quanto possa essere distruttiva l'eroina e degradante allo stesso tempo per la persona umana. Questi ragazzi Berlinesi che trovano nella droga l'unico motivo di vivere, passano intere giornate nella mortalità totale, senza dare uno scopo preciso alla lora vita se non "farsi una spada"; [...] Vai alla recensione »

lunedì 21 novembre 2011
Metalsoldier

Un film storico sul problema della droga. Forse un po' troppo surreale. La vita normale sembra non esistere e i personaggi sani si limitano alla madre e il compagno che sono solo delle comparse; eppure la madre ha svolto un ruolo fondamentale, inoltre potrebbe essere lei la causa della caduta della figlia nel giro della droga visto che è separata o divorziata.

martedì 30 agosto 2011
st.jimmy

crudo toccante commovente emozionante!!!!! peccato che la trama sia stata "snellita" rispetto al libro...altrimenti sarebbe stato un film da 5 stelle! P.S. perfetta la colonna sonora di bowie si addice perfettamente al film.

Frasi
Siamo completamente soli in questa valle della follia.
Una frase di Cristiana F. (Natja Brunckhorst)
dal film Christiane F. - Noi i ragazzi dello zoo di Berlino
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Frutto di 45 ore di intervista al magnetofono con un’ex-drogata diciottenne indicata come Christiane F., il libro dei giornalisti Kai Hermann e Horst Rieck ha avuto un enorme successo in Germania (un milione di copie) ed è stato stampato in Italia da Rizzoli. Anche il film ha avuto in patria una vasta risonanza: tre milioni di spettatori, un record, e l’onore della copertina su “Der Spiegel”.

Giovanni Grazzini
Il Corriere della Sera

Film dell'orrore, sulla gioventù dissennata che si distrugge con la droga, e reportage sui luridi cessi della metropolitana berlinese, tappezzati di vomito e siringhe, fra cadaveri ambulanti, adolescenti che si prostituiscono e pervertiti in Mercedes. Per raccontarci d'una ragazzina fra i tredici e i quattordici anni, la Cristiana F. del titolo, che figlia di un'impiegata con amante (il padre ha lasciato [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati