C'era una volta il West

Acquista su Ibs.it   Soundtrack C'era una volta il West   Dvd C'era una volta il West   Blu-Ray C'era una volta il West  
Un film di Sergio Leone. Con Charles Bronson, Henry Fonda, Claudia Cardinale, Jason Robards, Gabriele Ferzetti.
continua»
Western, Ratings: Kids+13, durata 175 min. - Italia 1968. MYMONETRO C'era una volta il West * * * * - valutazione media: 4,21 su 123 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
rosso werner venerdì 7 settembre 2001
tristezza. Valutazione 5 stelle su cinque
94%
No
6%

Quando leggo recensioni come quella di Farinotti,capisco quanto sia ignorante.Il film in questione,non solo è uno spettacolo di insuperaqbile bellezza e metafora,ma è l'opera di un artista maturato,Leone,un film,queswto,studiato nelle scoule per efficacia dell'abbinamento immagini-musica.E che dire delle meravigliose melodie di Morricone? Come dice Leone stesso,lo spettacolo viene per primo in importanza,la filosofia,politica o religione,benchè importantissime,in un film devono venire dopo.E' così:caproni come Farinotti e Mereghetti,sedicenti critici,non riusciranno ad andare oltre registi con fissazioni esistenziali come Fellini o Rossellini,ed è una vera tristezza.

[+] non dire eresie (di lupo prezzo)
[+] ehi.... (di george zip)
[+] ma cosa c'entra fellini? (di warp)
[+] lascia un commento a rosso werner »
d'accordo?
dusk lunedì 21 febbraio 2005
la fine del mito Valutazione 5 stelle su cinque
98%
No
2%

Epocale, malinconico, dilatato. Con "C'era una volta il West" Leone cambia registro, toni narrativi e filosofia estetica rispetto alla trilogia del dollaro e sceglie di trasmetterci tutta la disillusione e il disincanto di un'epoca che tramonta. La forza del film sta essenzialmente in due componenti: la regia, che è lenta, maestosa, filodrammatica ma mai eccessiva; ed i personaggi, dotati di un profilo psicologico tanto convincente da lasciare lo spettatore senza fiato. Armonica (Charles Bronson) è il fantasma venuto dal passato: l'ultimo eroe del West, con il suo desiderio di vendetta. Che non è catarsi e non ha nulla di liberatorio: appare più una vendetta necessaria, anacronistica e che lascia nello spettatore una dimensione di vuoto e di impossibilità di capovolgere il flusso degli eventi. [+]

[+] bella recensione (di distortionzz)
[+] lascia un commento a dusk »
d'accordo?
nino mavi sabato 13 ottobre 2001
nostalgico Valutazione 4 stelle su cinque
94%
No
6%

primo della trilogia leoniana della nuova frontiera, è un film nostalgico e romantico, pieno di riferimenti ai western del passato e della memoria: da Mezzogiorno di fuoco a Il cavaliere della valle solitaria,Johnny Guitar,Quel treno per Yuma,I Comanceros,L'uomo che uccise Liberty Valance,Il cavallo d'acciaio,Duello al sole. Leone vuole rendere un omaggio all'America che ha sognato da bambino, più di un film è un atto d'amore. Il film, assolutamente innovativo nelle tecniche di montaggio e supportato da un meraviglioso e struggente commento musicale, inizialmente non fu compreso. Il tempo però ha dato ragione al grande maestro: oggi " C'era una volta il west " è considerato un cult-movie, oggetto di studio nelle università del cinema, amato da registi quali Scorzese e Carpenter. [+]

[+] lascia un commento a nino mavi »
d'accordo?
barracudajoe martedì 30 maggio 2006
l'irraggiungibile west Valutazione 5 stelle su cinque
95%
No
5%

Nel "Bel Paese" un opera,una qualsiasi opera,letteraria,pittorica o cinematografica per essere apprezzata ha bisogno che passino i canonici quarant'anni. E' il caso di "C'era una volta il West" che oggi viene studiato nelle scuole del cinema e che quando uscì suscitò critiche non certo benevole verso il grande maestro Sergio Leone.Il maestro ha "chiuso sottovuoto" uno spaccato dei bei tempi del West,quando contavano,solo ardore,pistole,rigorosamente Colt e dollari e lo ha consegnato ai posteri per tutte le generazioni che verranno. Il sogno riposto in una remota area della Sua mente ed anche della nostra lo ha tirato fuori e ce lo ha consegnato senza una sbavatura,come a pensarlo e ad idearlo fossimo stati proprio noi,con la nostra testa ed il nostro pensare. [+]

[+] lascia un commento a barracudajoe »
d'accordo?
paolo ciarpaglini venerdì 9 febbraio 2007
l'ultima poesia del west. Valutazione 5 stelle su cinque
96%
No
4%

Stendiamo un velo pietoso sulla critica, dei 'critici'. Bisognerebbe istituire un comitato di censura, per chì fa del proprio mestiere, un'offesa all'intelligenza altrui. Tale e tanta è la cervelloticità narcisista di 'alcuni'. Sono, i 'sapienti' del cinema, che appaiono più come storici istruiti, ma del tutto disinteressati alla storia in se stessa. Elargiscono nomi e date dall'alto del loro pulpito. Sentenze su come, dove, perchè, un film è oppure no, un buon film. Sono gli intellettuali, cui manca spesso una buona fetta di materia grigia, proprio la dove albergano il buon senso e la ragione. Si crogiolano al sole, al suono delle proprie parole, vocaboli sinuosi, sconclusionati, deliranti. [+]

[+] grande paolo, giudizio perfetto. (di renato grosso)
[+] ti quoto in toto (di naufrago)
[+] bravissimo (di ignazio1975)
[+] lascia un commento a paolo ciarpaglini »
d'accordo?
carmine rozzi domenica 18 novembre 2007
il western che gli americani avrebbero voluto fare Valutazione 5 stelle su cinque
97%
No
3%

"Cera una volta il west" sta all'epopea della frontiera americana fatta di proletari in spolverini impolverati come "Via col vento" alla sua borghesia in merletti incipriati. Non posso essere in alcun modo d'accordo con la recensione della "famiglia Morandini" (se mi si passa il termine). In essa si cerca quasi di far passare il capolavoro di Leone (finalmente giudicato dalla stessa critica americana tra i quattro miglior western di sempre) come una specie di "gran guignol" in chiave western. A parte alcune sviste madornali come quella di attribuire a Frank Wolff (Mac Bain nel film)la parte del fratello di Armonica (Charles Bronson) ucciso da Frank (Henry Fonda)la recensione offende il merito di aver saputo ridare dignità epica al genere dopo un periodo di stanca succedutosi alle sequele fordiane. [+]

[+] lascia un commento a carmine rozzi »
d'accordo?
ric gamba sabato 15 settembre 2001
claudia cardinale Valutazione 5 stelle su cinque
87%
No
13%

La scena di Claudia Cardinale che scende dal treno, in sottofondo la musica spezzacuore di Morricone,rimarra' come tante altre di Leone nella storia del cinema. Credo,pero',che sia quella che piu' e' rimasta nella mente degli spettatori e degli amanti del regista romano.E'una scena meravigiosa di un film meraviglioso dove Leone esalta i primi piani:lunghissimi primi piani su occhi,volti,oggetti,praterie con Morricone in sottofondo.Una tecnica nuova,che ho rivisto ultimamente rare volte in Tornatore, una tecnica che solo un grande maestro, un grande regista poteva proporci. Questo film e' un opera d'arte che solo "C'era una volta in America" ha superato in bellezza.

[+] irpini (di irpino)
[+] lascia un commento a ric gamba »
d'accordo?
hastalavictoria lunedì 10 novembre 2003
senza vergogna Valutazione 4 stelle su cinque
96%
No
4%

la vita va così, caro Sergio... Probabilmente se tu fossi nato in qualche periferia russa o cinese, o magari ti fossi chiamato Quentin Sergio Leone avresti sicuramente rubato i cuori di certi critici, che si sentono appartenenti di una aristocrazia intellettuale...anzi di quella aristocrazia intellettuale che tu hai sempre denigrato. Non sono un ragioniere anche se amo questo film e comunque non vedo cosa ci sia di male a fare il ragioniere e amare il cinema. Probabilmente è molto peggio fare il critico senza ragione...ma si sa che una ragione di fondo, nel fare il critico, c'è e va cercata in certe attese disilluse o in progetti frustrati. Ma tu, caro Sergio, sei nato a Roma e già questo di rende antipatico perchè non ti sei avvicinato alla periferia romana con altezzoso senso coloniale ma ci sei nato. [+]

[+] bravissimo hastalavictoria (di nicola)
[+] lascia un commento a hastalavictoria »
d'accordo?
strangelove'90 martedì 15 febbraio 2005
questo sì che è un western! Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Intendiamoci, non che i film della trilogia del dollaro (Per un pugno di dollari, per qualche dollaro in più ed il buono il brutto e il cattivo) con il grande Clint non siano dei grandi film, soltanto che questo è qualcosa in più di un semplice western. L'idea iniziale di partire dai tipici cliché del cinema western (la prostituta, il malvagio proprietario terriero, il killer, il vendicatore senza nome...)era davvero ottima, ma la realizzazione è andata oltre ogni limite di immaginazione! All'ironia leoniana si affianca un gusto malinconico ed un po' amaro, alla sua tipica velocità (soprattutto nelle sparatorie) si contrappone una lentezza quasi insostenibile, fatta di piccoli particolari, di folate di vento e di giochi di occhi (se così si può dire). [+]

[+] hai pienamente ragione (di heinrich)
[+] lascia un commento a strangelove'90 »
d'accordo?
renato corriero sabato 15 marzo 2008
il miglior western di sergio leone Valutazione 4 stelle su cinque
92%
No
8%

Quando doveva uscire il nuovo western di Sergio Leone e parlando che questa volta i protagonisti sarebbero stati Henry Fonda,Charles Bronson, ecc. mi sono sentito dire:"Ma come?! Ha cambiato attori?!". In effetti è proprio volendo variare che un regista mostra la sua grandezza! Debbo dire comunque che quando mi apparso davanti Henry Fonda (pubblicizzato come primo protagonista e quindi supposto il "buono" del film) nella sequenza della strage della famiglia McBain con il colpo finale dell'assassinio del bambino ci son rimasto di sasso! Faceva impallidire perfino il "cattivo" Gian Maria Volontè di "Per qualche dollaro in più"! E debbo dire che Henry Fonda era proprio un grande attore se è riuscito a rendersi così odioso in questo film specialmente quando, ritratto giovane, ha dato l'armoni [+]

[+] lascia un commento a renato corriero »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
C'era una volta il West | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | rosso werner
  2° | dusk
  3° | nino mavi
  4° | barracudajoe
  5° | paolo ciarpaglini
  6° | carmine rozzi
  7° | ric gamba
  8° | hastalavictoria
  9° | strangelove'90
10° | renato corriero
11° | gianni lucini
12° | laurence316
13° | paolo ciarpaglini
14° | luciano
15° | max
16° | hubert b.
17° | paolomiki
18° | stephen k.
19° | fsromait
20° | ignazio1975
21° | tony montana
22° | simox
23° | david aaronson
24° | fsromait
25° | mondolariano
26° | tomdoniphon
27° | brando fioravanti
28° | aristoteles
29° | greatsteven
30° | miki spin
31° | cineofilo92
32° | vanessatalanta
33° | mencio
34° | nicoladrago
35° | jacopo b98
36° | dario
37° | il cinefilo
38° | carlo rosa - siena
39° | nicola puccini
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Rassegna stampa
Alessandra Mammi
Nastri d'Argento (1)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità