A qualcuno piace caldo

Acquista su Ibs.it   Soundtrack A qualcuno piace caldo   Dvd A qualcuno piace caldo  
Un film di Billy Wilder. Con Jack Lemmon, Billy Gray, Joan Shawlee, Marilyn Monroe, Tony Curtis.
continua»
Titolo originale Some like it hot. Commedia, b/n durata 120 min. - USA 1959. - Nexo uscita martedì 3 luglio 2012. MYMONETRO A qualcuno piace caldo * * * * 1/2 valutazione media: 4,79 su 50 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,79/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * 1/2
 critican.d.
 pubblico * * * * 1/2
   
   
   
Una volta Marilyn Monroe era a un party. C'era anche Zanuk, il grande capo della Fox. Marilyn era circondata da uomini che pendevano dalle sue labbra, e non solo da quelle.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Una pietra miliare della commedia americana, forse la migliore interpretazione di Marilyn Monroe
Giancarlo Zappoli     * * * * -

Chicago, 1929. Joe e Jerry suonano in un'orchestrina che si esibisce nella sala nascosta di un'agenzia di pompe funebri. Il proibizionismo impera e i gangster escogitano tutti gli stratagemmi per poter spacciare l'alcol. I due, sfuggiti a una retata e in cerca di una scrittura, si ritrovano ad essere testimoni del massacro della notte di San Valentino. Costretti a fuggire perché scoperti dalla gang del temibile Ghette, ai due non resta altro che travestirsi da donne per far parte di una band al femminile che sta partendo per esibirsi in Florida. Da quel momento saranno Dafne e Josephine. Non sanno che si troveranno davanti l'affascinante Sugar Kane e che entrambi ne verranno attratti. Riusciranno a conservare la loro falsa identità?
Billy Wilder realizza quello che sarà uno dei suoi film più noti al grande pubblico ispirandosi a un'idea di Robert Thoeren che ambientava la storia al tempo della depressione economica in Germania con due musicisti tedeschi che, per trovare lavoro, si fingono una volta donne, un'altra neri e un'altra ancora strumentisti tradizionali bavaresi. A Wilder però, come altre volte nel suo cinema, interessa il tema della dissimulazione ma ha bisogno che il pubblico ne comprenda le cause e ne segua l'evolversi. Parte allora da una premessa credibile. Joe e Jerry assistono a un regolamento di conti nell'ambito della malavita che è davvero accaduto ma che potrebbe rappresentare commercialmente un rischio. Una commedia che prende le mosse da un massacro? David O. Selznick, produttore amico del regista, non è per nulla convinto. Ma Wilder vuole giocare con il pubblico. Vuole cioè che i due protagonisti si trovino accanto la donna più desiderata dalle platee di tutto il mondo, Marilyn Monroe, e non possano smettere il loro travestimento femminile, pena la vita.
Il gioco riesce nonostante le difficoltà produttive causate in gran parte dalla complessa situazione psicologica della protagonista. Quando si vede Marilyn entrare nella stanza delle due 'amiche' e frugare nei cassetti alla ricerca di whisky non si può non pensare che vennero battuti 65 ciak per quella semplice azione. Il controllo del regista sulla materia è però, come sempre, assoluto. Se la convivenza di Lemmon e Curtis con la Monroe fu complicata, sullo schermo il gioco delle finzioni multiple (Joe e Jerry che diventano Josephine e Dafne;Joe/Josephine che si trasforma in Shell Junior; Sugar Kane che si spaccia per ciò che non è) funziona alla perfezione.
Ma è sul piano della sessualità e sensualità che Wilder osa di più. Perché nel 1959 trattare il tema del travestimento sotto forma di commedia non disturba il grande pubblico ma affrontare quello dell'omosessualità latente (Jerry che scopre di essersi divertito a ballare come Dafne con il suo ricco corteggiatore) non è da tutti. Così come far simulare un'impotenza incurabile a Joe, falso magnate del petrolio, per ribaltare il ruolo uomo/donna e trasformare il seduttore in sedotto, realizzando così sullo schermo i sogni erotici più nascosti degli spettatori apparentemente più moralisti. Che poi Tony Curtis abbia dichiarato in seguito che baciare Marilyn era stato come baciare Adolf Hitler fa parte della storia dei set di Hollywood. Il pubblico di tutto il mondo non se ne era affatto accorto.

Premi e nomination A qualcuno piace caldo MYmovies
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
64%
No
36%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination A qualcuno piace caldo

premi
nomination
Premio Oscar
1
7
* * * * *

“nessuno è perfetto” – ma jack lemmon sì!

domenica 10 gennaio 2010 di riccardo-87

Billy Wilder mette in scena quello che io considero il capolavoro assoluto della commedia americana; non v’è infatti ad oggi un film che stia alla pari di “A qualcuno piace caldo” in termini di originalità, brillantezza e finezza nella comicità nell’intera storia del cinema americano. La dolcezza di Marilyn Monroe, mai eguagliata nonostante i molti tentativi, risplende qui con impareggiabile chiarore, costituendo uno dei punti forti del film; tuttavia il vero showman è senza dubbio l’impareggiabile continua »

* * * * *

L'emozione piu' avvincente: marilyn

sabato 4 ottobre 2008 di ALESSANDRA VERDINO

Considerato tra i 100 migliori film degli USA e la commedia più divertente di tutti i tempi, "A qualcuno piace caldo" del mitico Billy Wilder contiene gli ingredienti per piacere anche al pubblico più sofisticato ed esigente. Si tratta di una commedia deliziosa, profondamente ironica sulla società del tempo(la Chicago di Al Capone)in cui sono mescolati temi divertentissimi. Due sprovveduti (Tony Curtis e Jack Lemmon) - il primo ingrediente comico - devono sfuggire alla morte aggregandosi ad una continua »

* * * * *

Capolavoro

giovedì 31 gennaio 2008 di Claudia

Mettete un regista di nome Billy Wilder; un attore bellissimo ed espressivo come Tony Curtis; un altro attore magnifico e dalle mille sfumature comiche,Jack Lemmon. E lei. Marilyn. Il risultato è "A qualcuno piace caldo". Regia e sceneggiatura magistrali, ritmi serrati, gag esilaranti ed intelligenti. Scene memorabili: il travestimento, Marylin che canta "I wanna be loved by you", il tango tra Lemmon e Joe E. Brown, la sensualità sprigionata da Curtis e la Monroe, sullo yatch,e poi, sempre lei, continua »

* * * * *

Un capolavoro senza tempo

giovedì 8 luglio 2010 di il cinefilo

TRAMA:Nella Chicago nel 1929,due suonatori di jazz(interpretati da Tony Curtis e Jack Lemmon)si ritrovano a doversi mascherare da donne,per sfuggire ai gangster,e unirsi a una banda di musiciste femminile diretta in Florida dove prenderà piede un magnifico "vaudeville" di amore,gag e travestimenti insieme a una loro compagna(interpretata da una memorabile Marylin Monroe).RECENSIONE:Billy Wilder,con questo film,è riuscito a costruire una delle commedie più belle e "perfette" mai concepite dove la continua »

Zucchero (Marilyn Monroe) e Daphne (Jack Lemmon)
Zucchero: Oh Josephine pensa un po’! Io, Zucchero Kandinsky di Sandusky Ohio, sullo yacht di un milionario. Se mia madre potesse vedermi adesso!
Daphne: Se la mia povera mamma vedesse me…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Zucchero (Marilyn Monroe) e Josephine (Tony Curtis)
Aspetta da molto?
Non importa quanto si aspetta, ma chi si aspetta.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Zucchero (Marilyn Monroe)
Non sono mica un'ubriacona: posso smettere quando voglio, solo che non voglio, specialmente quando sono giù.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | A qualcuno piace caldo

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 19 marzo 2008

Cover Dvd A qualcuno piace caldo A partire da mercoledì 19 marzo 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd A qualcuno piace caldo di Billy Wilder con Jack Lemmon, Billy Gray, Joan Shawlee, Marilyn Monroe. Distribuito da 20th Century Fox Home Entertainment, il dvd è in lingue e audio italiano, Mono - inglese, Mono - francese, Mono - spagnolo, Mono - tedesco, Mono, e sottotitolato in italiano - inglese - francese - tedesco - spagnolo - olandese - portoghese - danese - norvegese - finlandese - polacco - svedese. Su internet A qualcuno piace caldo è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 9,99 €
Risparmio: 2,00 €
Aquista on line il dvd del film A qualcuno piace caldo

SOUNDTRACK | A qualcuno piace caldo

La colonna sonora del film

Disponibile on line da lunedì 6 settembre 2004

Cover CD A qualcuno piace caldo A partire da lunedì 6 settembre 2004 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film A qualcuno piace caldo del regista. Billy Wilder Distribuita da Varèse Sarabande.

FOCUS | Il film più divertente di sempre compie mezzo secolo.

Cinquant'anni dopo

lunedì 30 marzo 2009 - Pino Farinotti

A qualcuno piace caldo, cinquant'anni dopo Nel marzo del 1959 usciva nelle sale A qualcuno piace caldo. Nel maggio del 1996 ero nella redazione di "Sorrisi&canzoni". Un redattore stava scrivendo un pezzo su una rassegna dedicata a Billy Wilder, che si teneva a Milano. Mesi prima il redattore aveva conosciuto il regista a Los Angeles e aveva ottenuto il suo numero di telefono. "Provo a fare il numero" disse "non si sa mai". Fece il numero e Wilder rispose. Gli fu proposto di venire a Milano per essere presente il 22 giugno, giorno di inizio della rassegna e del suo 90° compleanno.

VIDEO | Due clip esclusive del film. Al cinema solo martedì 3 luglio.

Confessioni di un travestito

lunedì 2 luglio 2012 - Nicoletta Dose

A qualcuno piace caldo, confessioni di un travestito Una pietra miliare della commedia americana: sei nomination, un Oscar per i migliori costumi e la presenza della diva Marilyn Monroe in quella che è probabilmente l'interpretazione migliore della sua carriera. A qualcuno piace caldo di Billy Wilder torna in sala, restaurato in digitale 2K, e preceduto da uno speciale dietro le quinte che svela i retroscena del film. Nella prima delle clip esclusive, tratte dal Making of, vediamo Tony Curtis e Jack Lemmon commentare una delle scene tagliate del film, in cui i due travestiti, in un crescendo di equivoci, nel trambusto di un treno affollato, confondono le loro identità; nella seconda clip invece svelano com'è nata l'idea di dare un accento 'nobile' al personaggio di Curtis nella scena della spiaggia.

di Walter Veltroni

Chi non ama questo film può considerarsi ai margini del vivere civile. Non si può essere umani, dotati di discernimento e non palpitare per le magnifiche avventure di Tony Curtis, Jack Lemmon e della zuccherosa Marilyn Monroe. Se non vi piace A qualcuno piace caldo fatevi vedere da uno specialista, la vita vi ha fatto del male. C’è tutto quello che si può chiedere alla fantasia di chi si prende la riga di far divertire il prossimo. C’è il tema classico del cinema americano, la fuga. C’è il modo classico della comicità, il travestimento. »

di Georges Sadoul

Due suonatori di jazz (Jack Lemmon e Tony Curtis) assistono per caso alla strage di S. Valentino e, per sfuggire alla vendetta del gangster (George Raft), finiscono travestiti da donne in un’orchestra femminile a Miami dove uno dei due (Tony Curtis) conquista una cantante (Marilyn Monroe) e l’altro un milionario (Joe E. Brown), dopo essere finalmente scampati alla vendetta. È una delle migliori commedie degli anni 50, con tre interpreti bravissimi nelle loro parti (Marilyn in testa, mai così bella) e basata su una sceneggiatura brillantissima, che sa sfruttare tutto il meglio della vecchia farsa, piena di riferimenti gustosi al cinema del passato (le bagnanti di Sennett, il Raft di Scarface, Joe Brown degli anni 30, un gangster mussoliniano, ecc. »

di Gian Piero dell'Acqua

Avventure e disavventure di due suonatori jazz e di un splendida bionda detta Zucchero Candito, a spasso per l’America degli anni trenta. Travolgente e dissolutoria farsa che, praticamente senza alcun intreccio, si snoda in episodi accidentali quasi sempre di irresistibile comicità, parodiando uno per uno personaggi e luoghi comuni dell’epoca del proibizionismo e del jazz, dei gangster e di Rudy Valentino, dei miliardari e delle bionde platino. Alcune trovate di particolare allegria: un night club clandestino in una ditta di pompe funebri; un congresso di fuorilegge mascherato come assise degli “Amici dell’opera italiana”; un regolamento di conti fra gangster in cui uno di essi esce da una monumentale torta di crema. »

di Vittorio Spinazzola Cinema Nuovo

Considerato dall’esterno, A qualcuno piace caldo è soltanto una allegra farsa, imperniata su una trovata tutt’altro che peregrina: due poveri diavoli, inseguiti e minacciati di morte da una banda di gangster, sono costretti a travestirsi da donna per poter entrare a far parte di un’orchestra in partenza per la Florida; su questa base, si sviluppa un complicato gioco di equivoci, sinché l’identità delle due provvisorie signorine non viene in chiaro sia ai banditi, coi quali la disdetta li ha rimessi in contatto, sia rispettivamente alla donna e all’uomo che l’amore ha fatto loro incontrare. »

A qualcuno piace caldo | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | riccardo-87
  2° | alessandra verdino
  3° | il cinefilo
  4° | claudia
  5° | il cinefilo
  6° | il cinefilo
  7° | lady libro
  8° | renato c.
  9° | ultimoboyscout
10° | great steven
11° | tomdoniphon
12° | jacopo b98
13° | ----
14° | mondolariano
Premio Oscar (8)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 | 3 |
Video
1| 2| 3|
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2015 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità