Pane, amore e fantasia

Acquista su Ibs.it   Dvd Pane, amore e fantasia  
Un film di Luigi Comencini. Con Marisa Merlini, Vittorio De Sica, Gina Lollobrigida, Maria Pia Casilio, Virgilio Riento.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+13, b/n durata 92 min. - Italia 1953. MYMONETRO Pane, amore e fantasia * * * * - valutazione media: 4,01 su 21 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,01/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * * * 1/2
   
   
   
Inviato da Sorrento al paesino di Sagliena, il maresciallo Carotenuto è attratto dal fascino della giovane Maria. Lei, però, è innamorata di un carabiniere veneto troppo timido per dichiararsi.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
primo piano
Commedia all'italiana firmata Comencini, che inaugura brillantemente il "neorealismo rosa"
Marco Chiani     * * * * -

Inviato da Sorrento al paesino di Sagliena, il maresciallo dei carabinieri Antonio Carotenuto, uomo di mezza età galante e di buon cuore, è attratto dal fascino della giovane Maria, detta "la bersagliera", a sua volta innamorata di un carabiniere veneto troppo timido per dichiararsi. Ma all'attempato dongiovanni non è indifferente neanche Annarella, una schiva levatrice cui comincia a fare la corte, finendo col vedere in lei la donna più adatta a sé per età e temperamento.
Pochi film hanno segnato la storia del costume e del cinema italiano come Pane, amore e fantasia, che ottenne alla sua uscita un riscontro di pubblico così vasto da inaugurare una vera serie. Con le sue graziose schermaglie, da commedia di tradizione, come fu immediatamente notato dalla critica, il suo tono episodico e brillante, il film diretto da Luigi Comencini inaugura - su larga scala - quel "neorealismo rosa" che avrebbe avuto ulteriore consacrazione con altri titoli successivi, tra tutti Poveri ma belli. Da un soggetto di Ettore Maria Margadonna, tra gli autori dell'affine e precedente Due soldi di speranza di Renato Castellani, la sceneggiatura del regista cerca il quadro, quasi idilliaco, di una provincia dove i penosi strascichi della guerra da poco conclusa sono superati da una voglia di ricominciare tutta italiana. Ai vari tipi messi in scena, il maresciallo suadente, la ragazza risoluta, il giovane timido e la donna sfuggente, corrispondono alcune affidabili facce della società del tempo in una riproposizione caricaturale, ma genialmente fedele al di là delle forzature di una scrittura volutamente popolare e dialettale. All'uscita, un recensore d'eccezione come Alberto Moravia sottolineò quanto il pregio maggiore della pellicola fosse «[...] il superamento del dialetto stesso attraverso la moralità della storia e dei personaggi. Il dialetto, insomma, appare qui come un mezzo e non come il fine della rappresentazione» (Alberto Moravia, Cinema italiano, Recensioni e interventi 1933-1990, Bompiani).
Maggiore incasso ai botteghini della stagione 1953-54, il film conquistò l'Orso d'argento al Festival di Berlino, lanciando Gina Lollobrigida, splendida e sensualissima protagonista, nell'empireo delle star a livello mondiale. Altrettanto indimenticabile rimane la prova di Vittorio De Sica, inarrivabile nel ruolo del seduttore avanti con l'età. Le avventure del maresciallo Carotenuto continuano in Pane, amore e gelosia, sempre di Comencini, Pane, amore e... di Dino Risi e Pane, amore e Andalusia, diretto da Javier Setó con la supervisione dello stesso De Sica.

Premi e nomination Pane, amore e fantasia MYmovies
il MORANDINI
Sei d'accordo con la recensione di Marco Chiani?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
83%
No
17%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Pane, amore e fantasia

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
Nastri d'Argento
1
0
* * * * -

Una procace bersagliera

mercoledì 12 ottobre 2011 di Gianni Lucini

Nel 1953 con il film “Pane, amore e fantasia” del 1953 Luigi Comencini utilizza le tecniche e gli ambienti del neorealismo per raccontare la storia spensierata della popolana Gina Lollobrigida e del maresciallo dei carabinieri Vittorio De Sica. Nonostante l’esile innocenza della trama, la produzione non vuole correre il rischio di incappare nell’accusa di “vilipendio alle forze armate”. Per questa ragione nei titoli del film compare la precisazione che «il continua »

* * * * -

Per i critici è un tradimento

lunedì 5 dicembre 2011 di Gianni Lucini

Nel 1953 arriva nelle sale italiane un film divertente e romantico destinato a un rapido e, per molti versi, inaspettato, successo. Si intitola “Pane, amore e fantasia” ed è diretto con mano leggera dal giovane Luigi Comencini, un regista che ha all’attivo un pugno di film duri sulle condizioni dei ragazzi delle borgate, sugli scugnizzi di Napoli e sulla prostituzione con una divagazione decisamente in chiave diversa come “L’imperatore di Capri” con Totò. continua »

Il maresciallo Vittorio De Sica e un umile abitante di Sagliena
Che te magni?
Pane.
E che ci metti dentro?
Fantasia, marescià.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Il maresciallo Vittorio De Sica e un abitante di Sogliono
Che te magni?
Pane.
E che ci metti dentro?
Fantasia, marescia'.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
La contadina Gina Lollobrigida e il parroco Virgilio Riento
Don Concezio? Quello ruba al Comune, ruba alla povera gente, ruba a tutti!
Don Concezio finirà all'inferno.
Don Emidio, che dici? Don Concezio è furbo: quello in punto di morte te manda a chiama', se confessa, se pente, tu gli dai l'assoluzione e lo mandi in Paradiso...
Io lo mando... Dio provvede a modo suo.
Ma la povera gente, don Emi', già ce sta all'inferno. E ce resta, a furia de bestemmie, de ladrocini e disperazioni de Dio...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Non sono pochi i paesini sperduti nelle campagne italiane in cui ci si nutre solo di pane e di fantasia. In questo, però, che fa da sfondo al film di oggi, l’amore contende alla fantasia il suo prestigio di companatico e sembra imporsi alla fine come unico gustosissimo cibo. È l’amore che la spavalda bellezza di una giovane contadina suscita nel cuore già provato di un cordiale maresciallo dei carabinieri ed in quello, ancora timido e sprovveduto, di un semplice carabiniere. Ma è un amore che, dopo aver spinto il maresciallo ad assumere pose da dongiovanni, lo induce poi ad accenti così paterni da fargli favorire un incontro fra la bella e il suo innamorato cui segue, naturalmente, la promessa di matrimonio. »

di Georges Sadoul

Idilli paesani in un sud miserabile ma felice perché ha "amore e fantasia"! Il maresciallo dei carabinieri e la levatrice, la "bersagliera ", fanciulla ribelle, e l'appuntato veneto, in un "volemose bene" generale. Il tipico film della degenerazione del neorealismo - attraverso i Due soldi di speranza - nella farsetta a carattere consolatorio ed evasivo. Da Dizionario dei film, Firenze, Sansoni, 1968 »

di Giuseppe Marotta

All'insegna di Pane, amore e… è cominciato il 1956 cinematografico. Sarei un bell'ipocrita se vi dicessi "buon anno" in questa Upim degli intrecci e delle inquadrature né (siamo giusti) scegliendo Io piaccio o Piccola posta, ci troveremmo dal gioielliere. Mi permettete di sospirare? Io, notando nelle cronache della realizzazione del film i sospensivi di Pane, amore e... avevo intuito (rideva luglio) che nella mente degli autori lo spunto iniziale si era impaludato fra muffe e licheni. Dovevano tentare una questua di idee? Hanno lasciato fare alla Natura e a Dio. »

I cascami

di Guido Aristarco

Sintomatica l'apparizione, a principio d'anno, di un film come Pane amore e fantasia. Ed è sintomatico il verificarsi, e non da oggi, del seguente fenomeno: il nostro cinema non è ancona arrivato a un vero e autentico realismo (le opere che abbiamo chiamato e chiamiamo realistiche sono in verità tali sino a un certo punto: tolta qualche eccezione non hanno comunque superato una fase oggettiva per una fase critica, storicistica), eppure si sente discutere da più parti, e si tentano esperimenti, per dare a questo cinema nuove vie e tendenze. »

Pane, amore e fantasia | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marco Chiani
Pubblico (per gradimento)
  1° | gianni lucini
  2° | gianni lucini
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità