L'amore in città

Acquista su Ibs.it   Dvd L'amore in città  
Un film di Dino Risi, Carlo Lizzani, Michelangelo Antonioni, Francesco Maselli, Federico Fellini, Alberto Lattuada, Cesare Zavattini. Con Valeria Moriconi, Rita Josa, Ugo Tognazzi, Antonio Cifariello, Livia Venturini.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 104' min. - Italia 1953. MYMONETRO L'amore in città * * 1/2 - - valutazione media: 2,75 su 8 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,75/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * 1/2 -
 critican.d.
 pubblico * * - - -
   
   
Sei big della regia riuniti da Zavattini per quello che doveva essere un "periodico filmato" su temi d'attualità, affrontati secondo i canoni (dettati dallo scrittore stesso) del neorealismo.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
il MORANDINI
di Laura, Luisa e Morando Morandini
    * * * - -
Locandina L'amore in città

Prodotto da Marco Ferreri, ideato e supervisionato da C. Zavattini, più che un film a episodi è, o voleva essere, un'inchiesta giornalistica filmata in 6 parti. C'è l'inchiesta vera e propria ("L'amore che si paga" di Lizzani, "Tentato suicidio" di Antonioni), il pezzo di colore ("Paradiso per quattro ore" di Risi, girato in una balera), l'aneddoto di cronaca bianca ("Agenzia matrimoniale" di Fellini, che però lo inventò, facendolo passare per cinema-verità), il servizio di cronaca nera ("Storia di Caterina" di Maselli-Zavattini), il corsivo di costume ("Gli italiani si voltano" di Lattuada). I 2 pezzi più divertenti sono quelli di Risi e Lattuada, il più lirico nel suo sommesso patetismo quello di Fellini. Il più intenso e approfondito è dell'esordiente Maselli e Zavattini. Fu il 1° numero di Lo spettatore, semestrale che doveva continuare e rinnovare il discorso neorealistico, ma non ebbe seguito per mancanza di pubblico.

Premi e nomination L'amore in città il MORANDINI
L'amore in città recensione dal dizionario Farinotti
Sei d'accordo con questa recensione?


Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
55%
No
45%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

Registi in citta'

martedì 12 marzo 2013 di fedeleto

Sfruttando l'idea del cinegiornale,il film L'amore in citta' e' un esperimento neorealista  firmato da sei neoregisti di ottima classe.Prodotto da Ferreri e Zavattini,il film racconta il tema dell'amore come viene visto da 6 talenti,nel primo intitolato Lamore che si paga,abbiamo la firma di Lizzani(achtung banditi,ai margini della metropoli) dove delle prostitute vengono intervistate nella notte buia,riguardo alla loro vita,c'e' chi non perde la speranza,e chi si continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film L'amore in città adesso. »
Shop

DVD | L'amore in città

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 25 ottobre 2006

Cover Dvd L'amore in città A partire da mercoledì 25 ottobre 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd L'amore in città di Dino Risi, Carlo Lizzani, Michelangelo Antonioni, Francesco Maselli, Federico Fellini, Alberto Lattuada, Cesare Zavattini con Valeria Moriconi, Rita Josa, Ugo Tognazzi, Antonio Cifariello. Distribuito da 01 Distribution, il dvd è in lingue e audio italiano, Dolby Digital 2.0 - stereo. Su internet Amore in città è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film L'amore in città

di Giorgio Tinazzi

Nel 1953 Antonioni partecipa - con il capitolo Tentato suicidio - al film a episodi Amore in città, una specie di film-manifesto che voleva essere l’applicazione rigorosa della teoria del “pedinamento”, del fatto colto di sorpresa, su cui s’imperniava l’idea zavattiniana. In effetti l’episodio antonioniano radicalizza queste esigenze: interpreti sono gli stessi protagonisti dei tentati suicidi, ricostruiti nei luoghi e secondo le loro indicazioni; l’indagine diretta (le domande rivolte ai protagonisti, posti di fronte a un telone bianco) si prolunga senza soluzione di continuità nella riscoperta “guidata” di ambienti rivisitati; il gesto (una suggestione cara al regista) cerca delle motivazioni, il tempo ricostruito cerca di raggiungere quello reale: il massimo dell’adesione (di verità, si direbbe secondo una definizione che avrà fortuna in seguito) coincide con la ricostruzione. »

Sei registi del cinema italiano riuniti da Zavattini

di Georges Sadoul

Troviamo nel film la ricostruzione di sei storie “vere”: in Tentato suicidio (Antonioni), diverse persone dicono e mostrano come hanno voluto uccidersi; in Agenzia Matrimoniale (Fellini), si svolge l'incontro tra un giornalista e una ragazza che sta per sposare un ricco e ripugnante ammalato; Gli italiani si voltano (Lattuada) mostra come si comportano gli uomini quando passa una donna per strada; L'amore che si paga (Lizzani) è un'inchiesta sulla prostituzione; Storia di Caterina (Maselli e Zavattini) racconta la storia d'una ragazza madre senza mezzi che abbandona il proprio bambino; in Paradiso per quattro ore (Dino Risi), vediamo come le coppie si formano e si sciolgono in una balera. »

di Guido Aristarco

Film: Amore in città Critico: Guido Aristarco Amore in città, come già in diversa misura Siamo donne, costituisce il risultato pratico, l'esempio concreto di un cinema d'incontro, cioè neorealistico alla Zavattini. […] Perché è chiaro, come del resto si è osservato anche a Parma, che le idee, le «tesi» di Za sul film, […] sono una poetica e non una teoria e tanto meno la teoria del neorealismo, o una estetica. Come poetica esse vanno prese, e insieme come testimonianza morale, programma interno di un uomo di cinema che al nostro cinema ha dato e continua a dare un contributo rilevante. »

di David Gianetti

Intervista ad alcune donne che hanno tentato il suicidio dopo delle delusioni sentimentali, davanti al fondale bianco di uno studio cinematografico.Tra il documentario e il reportage fotogiornalistico, tra la diretta del racconto e il flash-back della ricostruzione, l’autore presenta, con distacco critico, ragioni modalità (investimento, barbiturici, annegamento, svenimento) e soprattutto scene dei loro gesti, i luoghi che in qualche modo ne racchiudono, celano, le ragioni. Luoghi di varia estrazione sociale, la borgata di periferia, con le baracche unite ai nuovi caseggiati e cantieri di quelli in costruzione, al varietà dove lavora l’entraineuse tradita, all’uscita degli operai dal lanificio lungo la strada sterrata, a via Monte Bianco, Via Monte Sacro, alla pensione Forte, nel cosiddetto quartiere esistenzialista. »

L'amore in città | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | fedeleto
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità