Umberto D

Un film di Vittorio De Sica. Con Maria Pia Casilio, Carlo Battisti, Lina Gennari, Memmo Carotenuto, Alberto Albani Barbieri.
continua»
Titolo originale UMBERTO D. Drammatico, Ratings: Kids+13, b/n durata 89 min. - Italia 1952. MYMONETRO Umberto D * * * * 1/2 valutazione media: 4,82 su 17 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,82/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * *
 critican.d.
 pubblico * * * * -
Il film, uno tra i più significativi del nostro neorealismo, racconta la storia semplice e cruda di un anziano funzionario ministeriale completamente ...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Uno dei film più significativi del neorealismo, omaggio sincero e commosso al problema della vecchiaia
    * * * * *
Locandina Umberto D

Il film, uno tra i più significativi del nostro neorealismo, racconta la storia semplice e cruda di un anziano funzionario ministeriale completamente in miseria ma animato da una grande dignità. Dopo un ricovero in ospedale pensa di buttarsi sotto un treno per togliersi silenziosamente di mezzo e non essere più di peso a nessuno, ma all'arrivo del treno il suo affezionato cagnolino, con il quale si accingeva a morire, scappa. Umberto D allora lo insegue e viene distolto dal pensiero del suicidio: la vita, in fondo, riserva ancora qualche speranza. Con Il posto delle fragole, di Bergman, l'omaggio più sincero e commosso del cinema al problema della vecchiaia. La sceneggiatura è di Cesare Zavattini e dello stesso De Sica.

Stampa in PDF

Premi e nomination Umberto D

premi
nomination
Premio Oscar
0
1
* * * * *

Paura di invecchiare

giovedì 16 aprile 2009 di Alessandro Vanzaghi

Ci sono giorni in cui passo alcune ore di fronte alla mia tv, gustandomi due o tre film. Mi è successo una settimana fa, quando, in tarda serata, stanco, ma non ancora soddisfatto, ho deciso di concludere la mia maratona cinematografica con questo vecchio capolavoro di De Sica, di cui tanto avevo sentito parlare. Venivo da due "blockbuster" e avevo voglia del caro, dolce bianco e nero, e di quella semplicità perduta nelle opere attuali. "Umberto D." è stata un'esperienza emozionale da ricordare. continua »

* * * * *

Il cinema italiano al suo livello più alto

mercoledì 4 agosto 2010 di il cinefilo

TRAMA:Un anziano ex funzionario dei lavori pubblici,ridotto alla misera paga di 18.000 lire al mese,Umberto Domenico(Carlo Battisti)si ritrova a doversi battere per impedire di venire sfrattato dalla sua casa e ad essergli amici sono soltanto una giovane ragazza e il suo cagnolino...RECENSIONE: Vittorio De Sica ha dedicato questo film a suo padre(come afferma anche la didascalia iniziale)e ha realizzato un opera il cui principale "perno tematico" risiede nei grandi temi della vita continua »

* * * * *

La ricchezza è nelle piccole cose

martedì 21 settembre 2010 di Luca Scialò

Un ex impiegato statale sopravvive con una magra pensione, ed è costretto ad alloggiare in una cameretta di un alberghetto squallido ad ore, nonchè a mangiare nelle mense pubbliche. Per le tante difficoltà e quotidiane umiliazioni, non più sopportabili in tarda età, pensa di farla finta; ma l'unica cosa che gli è rimasta, il suo cagnolino Flag, lo convince che in fondo vale ancora la pena vivere. Vittorio De Sica è ormai un regista maturo, e continua »

* * * * *

Un anziano solo

venerdì 13 aprile 2012 di Filippo Catani

Un ex funzionario del ministero ormai anziano e in pensione deve subire le angherie della padrona di casa che minaccia continuamente di sfrattarlo. L'uomo trova consolazione nel piccolo cane che porta sempre appresso e allo stesso tempo cerca di prendere qualche soldo svendendo libri preziosi e un orologio di valore. Un vero e proprio capolavoro neorealsita e del grandissimo De Sica che nel giro di un'ora e mezzo circa riesce a tinteggiare un foschissimo ritratto di una povera persona anziana continua »

L'anziano Carlo Battisti fa la sua lezione di vita alla servetta Maria Pia Casilio
Certe cose avvengono perché non si sa la grammatica: tutti ne approfittano degli ignoranti.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
L'anziano Carlo Battisti fa la sua lezione di vita alla servetta Maria Pia Casilio
Certe cose avvengono perché non si sa la grammatica: tutti ne approfittano degli ignoranti.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Carlo Battisti nel film Umberto D a Maria la servetta (Maria Pia Casilio)
"Certe cose avvengono perchè non si sa la grammatica e il mondo cattivo approfitta dell'altrui ignoranza!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase

di Walter Veltroni

Umberto D. è forse uno dei più bei film che siano stati mai girati sul tema della solitudine. La solitudine come prodotto di una emarginazione sociale, l’uscita dal ciclo produttivo, la riacquisizione del tempo e la constatazione della sua improvvisa vuotezza. Umberto è un uomo dignitoso, bizzoso, insofferente ai compromessi, carico di un sano orgoglio. Il film ha una sua temperatura terribile, un’assenza di prospettiva e di speranze che gli valse una dura polemica dell’onorevole Giulio Andreotti, che accusò De Sica e Zavattini di aver negato la dimensione della fede come consolazione e riscatto. »

di Georges Sadoul

Umberto D., modesto impiegato in pensione (Carlo Battisti), così povero che non riesce a pagare l'affitto d'una camera ammobiliata, viene espulso dalla sua padrona di casa (Lina Gennari) e per un momento pensa di suicidarsi. Vittorio De Sica ha detto del suo "film preferito". "La tragedia di questi personaggi, esclusi da un mondo che hanno tuttavia contribuito a costruire, è una tragedia che si nasconde nella rassegnazione e nel silenzio, ma che esplode a volte in manifestazioni impressionanti o spinge a spaventosi suicidi. »

di Gian Piero dell'Acqua

Vita di un pensionato dello Stato che ha servito per quaranta anni “curvando la schiena per il miraggio di un crepuscolo tranquillo”. Non ha familiari né amici: oltre a un povero assegno mensile, solo un cane bastardo e una servetta a ore. Uno dei vertici del cinema neorealista. Sottovalutato quando uscì, il film fu oggetto di polemiche sia da destra (famoso l’intervento dell’on. Giulio Andreotti, che accusò De Sica di eccessivo pessimismo e di non ricordare che l’Italia era anche patria «di don Bosco, del Forlanini e di una progredita legislazione sociale”), sia da sinistra, per la mitologia allora irrinunciabile del “personaggio positivo”, che il film smentiva, non prestandosi a essere semplicisticamente definito “un appello al la solidarietà umana”. »

di Mario Gromo La Stampa

Il precedente film di De Sica, Miracolo a Milano, sta avendo all'estero le più diverse accoglienze. C'è chi lo esalta, c'è chi lo stronca. Ciò è comprensibile, data l'ambiguità del film; e dato anche il fatto che, a un dialogato in una lingua più o meno sconosciuta, si possono leggermente attribuire, pro e contro, significati e intenzioni che in realtà quelle parole non hanno. Per l'ammirevole artista che è De Sica Miracolo a Milano fu un complesso e nobile errore, forse più dovuto al suo mentore-autore (Zavattini) che non alla sua regia. »

Umberto D | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | alessandro vanzaghi
  2° | il cinefilo
  3° | luca scialò
  4° | filippo catani
  5° | great steven
  6° | tomdoniphon
  7° | fedeleto
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità