XXY

Acquista su Ibs.it   Soundtrack XXY  
Un film di Lucía Puenzo. Con Ricardo Darín, Valeria Bertuccelli, Germán Palacios, Carolina Pelereti, Martín Piroyanski, Inés Efron, Guillermo Angelelli, César Troncoso, Jean Pierre Reguerraz.
continua»
Drammatico, durata 91 min. - Argentina 2007. - Teodora Film uscita venerdì 22 giugno 2007. MYMONETRO XXY * * * - - valutazione media: 3,42 su 40 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,42/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * 1/2 -
 critica * * * - -
 pubblico * * * 1/2 -
Trailer XXY
Il film: XXY
Uscita: venerdì 22 giugno 2007
Anno produzione: 2007
   
   
   
Una ermafrodita di 15 anni si trova a dover fare i conti con la propria sessualità.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Pellicola asciutta, a basso costo e girata con camera a mano, sul tema della diversità
Pierpaolo Simone     * * * - -

Alex ha un segreto inconfessabile. Per questo i suoi genitori, quando lei era ancora in fasce, lasciarono Buenos Aires per trasferirsi sulle coste uruguayane, lontani dall'occhio indiscreto della gente. Un giorno, nella loro casa, arrivano degli ospiti molto attesi. Un chirurgo plastico di chiara fama, accompagnato da sua moglie e dal giovanissimo figlio di sedici anni, vecchi amici di famiglia, iniziano a occuparsi del "caso" dell'adolescente.
Le tre lettere del titolo rappresentano un'anomalia cromosomica - di quelle persone che hanno all'interno del loro patrimonio genetico sia dei gameti maschili che femminili - che resta il punto chiave della pellicola dell'esordiente regista argentina Lucia Puenzo. Alex, quindicenne alla scoperta della propria identità e delle prime esperienze sessuali, vive con disagio la propria diversità. Il suo essere ermafrodita, è più un problema sociale che personale, nella curiosità morbosa di chi le gravita affianco considerandola un "freak".
in concorso alla sessantesima edizione della settimana della critica e vincitore del Prix de JeunesseXXY è una pellicola asciutta, a basso costo, e senza troppe pretese estetiche. La camera a mano e una colonna sonora molto discreta, fanno sì che non si perda mai di vista il punto centrale di tutta la narrazione: la diversità e l'essere accettati socialmente. La regista argentina porta sullo schermo un tema originale su cui il cinema non ha mai speso molte energie, e lo fa con discrezione e accuratezza, senza sbavature e intenti pedagogici, riprendendo con l'occhio esterno della macchina da presa una storia di vita vera, per permettere a tutti, usciti dalla sala, di saperne qualcosa in più sulle vite degli altri.

Incassi XXY
Primo Weekend Italia: € 36.000
Incasso Totale* Italia: € 301.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 23 dicembre 2007
Sei d'accordo con la recensione di Pierpaolo Simone?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
78%
No
22%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
* * * * -

La diversità.

mercoledì 12 settembre 2012 di ANDREA GIOSTRA

Bel Film. Da vedere assolutamente per chi ama i film che sanno ben affrontare temi sociali di emarginazione, di pregiudizio, di paura per le diversità, di vergogna, e soprattutto di amore filiale nei confronti di un figlio diverso. Molti critici – sbagliando clamorosamente strada - hanno puntato l’attenzione esclusivamente sul problema della malformazione sessuale dovuta ad una anomalia cromosomica (la triploidia con cariotipo 69,XXY) che causa nell’individuo una doppia continua »

* * * - -

Occasione sprecata, tema banalizzato. peccato!

mercoledì 4 luglio 2007 di RedAbsinthium

Avrebbe potuto essere un capolavoro. Lo spunto di una famiglia che si ritira in un paese sperduto per proteggere (o nascondere?) la figlia/o Alex dagli occhi incomprensivi e maligni della gente è un buon punto di partenza. L'arrivo di un chirurgo interessato al caso di Alex con moglie e figlio adolescente (Alvaro)è un piatto ricco per chi vuole sondare la natura umana con delicatezza ma senza ipocrisie. Il film, invece, procede a scatti, salta passaggi chiarificatori, i personaggi sono estremizzati, continua »

* * * - -

Amore complicato

giovedì 22 novembre 2007 di lucio

La diversità è ricchezza . Se fossimo tutti uguali il mondo non sarebbe bianco e nero , bensì grigio opaco . Accettare colui/colei che non è identico alla maggioranza degli esseri umani è segno di emancipazione e di solidarietà . Non uso la parola " tolleranza " poiché , almeno in questo caso , suonerebbe male . Se un uomo tollera , significa che un altro uomo è tollerato . La morale comune assume come propria la dicotomia fra il bene ( chi tollera ) e il male ( il tollerato ) . Con ciò mettendo continua »

* * * * -

Come due adolescenti possono esse attori

lunedì 25 giugno 2007 di satta roberto

Il film e' molto bello molto interessante e si basa sulla recitazione di due attori che hanno in due trenta anni.La ragazza molto carina anche se deve essere turbata sempre vive un disagio interiore che si manifesta in un attrazione verso un ragazzo pero'il rapporto sessuale denuncia la sua diversita'e capisce che non e' naturale un rapporto cosi'molto brava la ragazza con un corpo acsciutto e mascolino adolescienziale l'unica cosa che tradisce e' lo stupendo seno nascente e' difficile a 15 anni continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film XXY adesso. »
Shop

SOUNDTRACK | XXY

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 25 gennaio 2008

Cover CD XXY A partire da venerdì 25 gennaio 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film XXY del regista. Lucía Puenzo Distribuita da Milan Records.

INCONTRI | Il controverso film di Lucía Puenzo presentato al Taormina Film Fest.

E il coraggio di una regista

giovedì 21 giugno 2007 - Tirza Bonifazi Tognazzi

XXY e il coraggio di una regista Cresciuta in una famiglia di cineasti più incline alla direzione che non alla scrittura (il padre è il regista Luis Puenzo e i fratelli hanno tutti seguito le sue orme), Lucía Puenzo non ha mai pensato che il passaggio alla regia fosse così ovvio. Prima di sedersi dietro la macchina da presa si è dedicata per anni alla scrittura, ha pubblicato i romanzi "El niño pez" ("Il bimbo pesce", che sta adattando per il grande schermo), "9 minutos" e "La maledición de Jacinta Pichimahuida" e ha collaborato come co-sceneggiatrice a La puta y la ballena per la regia del padre Luis, A través de tus ojos di Rodrigo Fürth, nonché alla miniserie horror Sangre fría.

Orgoglio ermafrodita

di Lietta Tornabuoni L'Espresso

X indica il cromosoma della femmina, XY quello del maschio. XXY può indicare il sesso incerto o doppio dell'ermafrodito, creatura che presenta organi genitali di tutti e due i sessi. "XXY" è anche il titolo del primo film che Lucia Puenzo, argentina. figlia del regista de La storia ufficiale, ha tratto da un racconto di suo marito Sergio Bizzio. Nata ermafrodita, una adolescente argentina di 15 anni è stata portata a vivere sulla costa dell'Uruguay dai genitori, timorosi che l'anomalia della figlia potesse suscitare curiosità maligne. »

Uomo o donna? Uomo "e" donna

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

«Che cosa fai lì?», domanda Alex (Inés Efron) a Kraken (Ricardo Darín), seduto vicino al suo letto. «Ti proteggo», le risponde lui, che l'ha vegliata a lungo. «Non puoi proteggermi per sempre», ribatte lei. Kraken non esita: «Lo farò finché potrai decidere ». «Che cosa dovrò decidere?», insiste Alex. La risposta è: «Quello che vorrai ».Qualche ora prima Alex è stata violata nel corpo e nell'anima da un gruppo di coetanei. E queste parole, le prime che la sceneggiatura le faccia dire dal padre dopo lo stupro, sono il cuore del film della trentasettenne Lucía Puenzo. »

Storia dell'ermafrodito Alex che rivendica la sua libertà

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Servito fresco fresco dalla Settimana internazionale della critica dell'ultimo festival di Cannes del mese di maggio scorso. Dalla quale è uscito superpremiato. Il titolo, XXY, indica una formula genetica e tra un attimo ci spiegheremo meglio. Ricordiamo intanto che è diretto da una regista trentenne di Buenos Aires che si chiama Lucía Puenzo ed è la figlia di quel Luis Puenzo che vinse l'Oscar vent'anni fa con il film La historia oficial, che fu uno dei primi contributi di grande risonanza internazionale alla conoscenza della tragica dittatura argentina degli anni 70-80. »

Alex, ermafrodita sì. Ma perché ambigua?

di Roberta Ronconi Liberazione

Le particolarità genitali degli individui, quando "fuori dalla norma" vengono comunemente vissute, non solo come malattia, ma anche come spiacevole ambiguità. Una persona comunemente definita ermafrodita (o intersessuale) diventa così un essere umano "sessualmente ambiguo" e non solo nel parlare comune, ma anche da medici, testi scientifici, psicologi. E perché invece non cancellare quella "ambiguità" (termine vissuto normalmente come losco) e sostituirlo con "originalità", "particolarità", "ricchezza", "rarità"? In XX ", primo lungometraggio dell'argentina Lucia Puenzo (figlia del famoso sceneggiatore Luis Puenzo), la protagonista Alex ha 15 anni e una sessualità doppia: ha un pene, una vagina e due piccoli seni. »

XXY | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Link esterni
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità