La sposa siriana

Un film di Eran Riklis. Con Hiam Abbass, Makram J. Khoury, Clara Khoury, Ashraf Barhoum, Eyad Sheety.
continua»
Titolo originale Hacala Hasurit - The Syrian Bride. Drammatico, durata 93 min. - Israele, Francia, Georgia 2004. uscita venerdì 1 luglio 2005. MYMONETRO La sposa siriana * * * - - valutazione media: 3,27 su 9 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,27/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
Hiam Abbass
Hiam Abbass (55 anni) 30 Novembre 1960 Interpreta Amal
Makram J. Khoury
Makram J. Khoury   Interpreta Hammed
Clara Khoury
Clara Khoury   Interpreta Mona, la sposa
Ashraf Barhoum
Ashraf Barhoum   Interpreta Marwan
Eyad Sheety
Eyad Sheety   Interpreta Hattem
Ali Suliman
   
   
   
Per Mona, il giorno delle nozze è paradossalmente il più triste della sua vita. Infatti, sposando Tallel, una star della televisione siriana che lei nemmeno conosce, la donna sa che non potrà più rivedere la famiglia.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Per Mona, il giorno delle nozze è paradossalmente il più triste della sua vita
Giovanni Idili     * * * - -

Mona, giovane donna originaria del Golan, sta per convolare a nozze combinate con un cugino siriano conosciuto solo per via epistolare. La felicità per l'evento, già di per se relativa, è soffocata dal fatto che una volta lasciato il Golan, occupato da Israele, non potrà più tornarvi né di conseguenza rivedere la propria famiglia. La ragazza verrà accompagnata al confine, per l'ultimo sofferto saluto, dal padre, attivista filo-siriano diffidato dalle forze di polizia locali, e dai fratelli, in fuga dalla cultura oppressiva e totalizzante dei propri luoghi natali.
Il confine tra Siria e Israele è terra bruciata tra etnie, gap neutrale dove ha voce solo la burocrazia militare: una girandola di umori e temi, infiammata dal contrasto tra i tempi che corrono e un ambiente conservatore, evidenzia scontri e contraddizioni da sempre presenti in corrispondenza di simili conflitti territoriali e ideologici. Riklis getta uno sguardo moderno su tematiche più che attuali, risultando efficace nella rappresentazione nonostante un tocco trattenuto, poco graffiante ma coinvolgente. Una linea morbida, anche rispetto al Loach di Un Bacio Appassionato, che ha il merito di umanizzare i caratteri, lasciando trasparire netto bisogno di apertura culturale e tolleranza.

Premi e nomination La sposa siriana MYmovies
La sposa siriana recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi La sposa siriana
Sei d'accordo con la recensione di Giovanni Idili?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
65%
No
35%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film La sposa siriana adesso. »

di Roberto Nepoti La Repubblica

Benvenuti nel Paese dell'assurdo, dove tutto il potere spetta ai confini: non solo quelli politico-geografici, ma anche i confini mentali, psicologici, emotivi. Spesso, i più difficili da varcare. Mona, ragazza drusa, vive nel Golan occupato dagli israeliani. Però sono imminenti le sue nozze con un attore di sit-com siriano, che neppure conosce: una volta passata la frontiera, la giovane non potrà più tornare indietro. Se la situazione è, a priori, drammatica, Eran Riklis ha scelto di rappresentare una commedia con venature d'assurdo. »

di Alessandra Levantesi La Stampa

Una giovane donna che convola a nozze: che c'è di strano? In teoria nulla, ma dipende. Per esempio, Mona, «La sposa siriana» del film di Riklis, ha qualche problema. Vive infatti in un villaggio sulle alture del Golan, in una zona occupata dagli israeliani a ridosso della frontiera con la Siria, e appartiene alla minoranza drusa considerata di nazionalità «indeterminata» da entrambi. In quanto attivista filosiriano, il padre della ragazza è agli arresti domiciliari; e il suo futuro sposo, che neppure conosce perché il matrimonio è stato combinato tramite foto, è un viso noto della TV di Damasco. »

di Fabio Ferzetti Il Messaggero

Cinema di frontiera, frontiere del cinema. Non si contano più i film sulle migrazioni e i conflitti etnico-culturali, ma quando ci si disputa lo stesso fazzoletto di terra la situazione si fa ancora più aggrovigliata. Nell’esordio di Saverio Costanzo premiato all’ultimo festival di Locarno, Private, la frontiera passava addirittura dentro una casa palestinese requisita dai soldati di Tel Aviv. Ma il record delle frontiere spetta a un altro film scoperto a Locarno, La sposa siriana, commedia amarissima dell’israeliano Eran Riklis. »

di Cristina Piccino Il Manifesto

La sposa siriana è in effetti una ragazza drusa che vive sulle alture del Golan e sta per sposare un giovane attore siriano che invece vive a Damasco il giorno della nomina di Bachar al Assad nuovo presidente della Siria... Eran Riklis che dirige e ha scritto anche la sceneggiatura insieme a Suha Arraf, giornalista e scrittrice palestinese, è israeliano e con questo suo film conferma quella nuova ondata di autori e immagini, pensiamo a Avanim di Raphael Nadjari, Camminando sull'acqua di Ethan Fox, Prendere moglie di Ronit Elkabez che sta crescendo in Israele. »

La sposa siriana | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 1 luglio 2005
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità