Il castello errante di Howl

Film 2004 | Animazione Film per tutti 119 min.

Titolo originaleHauru no ugoku shiro
Anno2004
GenereAnimazione
ProduzioneGiappone
Durata119 minuti
Regia diHayao Miyazaki
AttoriTakuya Kimura, Chieko Baisho, Akihiro Miwa, Tatsuya Gashuin, Ryûnosuke Kamiki Mitsunori Isaki, Haruko Kato, Francesco Bulckaen, Roberta Pellini, Ludovica Modugno, Luigi Ferraro, Furio Pergolani, Marco Vivio, Maria Pia di Meo.
Uscitavenerdì 9 settembre 2005
TagDa vedere 2004
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti
MYmonetro 4,16 su 102 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Regia di Hayao Miyazaki. Un film Da vedere 2004 con Takuya Kimura, Chieko Baisho, Akihiro Miwa, Tatsuya Gashuin, Ryûnosuke Kamiki. Cast completo Titolo originale: Hauru no ugoku shiro. Genere Animazione - Giappone, 2004, durata 119 minuti. Uscita cinema venerdì 9 settembre 2005Consigli per la visione di bambini e ragazzi: Film per tutti - MYmonetro 4,16 su 102 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Il castello errante di Howl
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Nuovo capolavoro per il maestro dell'animazione giapponese. Tra realtà dell'immagine e metafore, il film si dipana lentamente, offrendo la abituale ma sempre fenomenale panoramica sui paesaggi e personaggi da sogno. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, Il film è stato premiato al Festival di Venezia e 1 candidatura al Festival di Giffoni. In Italia al Box Office Il castello errante di Howl ha incassato nelle prime 10 settimane di programmazione 714 mila euro e 163 mila euro nel primo weekend.

Consigliato assolutamente sì!
4,16/5
MYMOVIES 4,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 3,86
ASSOLUTAMENTE SÌ
Una pellicola d'animazione antimilitarista, raffinato melò sentimentale, grande spettacolo di intrattenimento per tutti e, in ultimo, saggio ammonimento sull'importanza delle relazioni interpersonali.
Recensione di Andrea Chirichelli
Recensione di Andrea Chirichelli

Il genio ha colpito ancora. Dopo più di vent'anni di carriera c'è veramente da togliersi il cappello davanti ad uomo, prima ancora che regista, capace come nessuno mai prima nel campo del cinema d'animazione (e non solo) di riuscire a centrare sempre e comunque l'obbiettivo che ogni cineasta dovrebbe avere come scopo unico: emozionare. E di emozioni, l'ultima opera di Hayao Miyazaki, ne offre veramente a bizzeffe. Howl's Moving Castle, è un ulteriore tassello, nel mosaico che il regista giapponese sta componendo col passare degli anni che mescola l'attenzione alle tematiche ambientali, all'utilizzo malsano della tecnologia, che propone esseri umani calati in universi fantastici ed immaginari, dove creature soprannaturali insegnano all'uomo come vivere e quali valori seguire e difendere.
Tra realtà dell'immagine e metafore, il film si dipana lentamente, offrendo la abituale ma sempre fenomenale panoramica sui paesaggi e personaggi da sogno (il film realizzato in maniera tradizionale è visivamente impressionante), nei quali la fantasia di Miyazaki e di Joe Hisashi, autore della colonna sonora, si sbizzarriscono raggiungendo vette se possibile ancora più elevate che nel premiato Spirited Away (La città incantata). Attuale e concettualmente scevro da contaminazioni ideologiche di qualsivoglia natura, Howl,riesce ad essere pellicola antimilitarista, raffinato melò sentimentale, grande spettacolo di intrattenimento per tutti ed, in ultimo, saggio ammonimento sull'importanza delle relazioni interpersonali tra gli esseri umani. Venezia s'inchina. E noi altrettanto.

Sei d'accordo con Andrea Chirichelli?
winner
osella speciale
Festival di Venezia
2004
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 29 gennaio 2013
Leo 1993

VOTO: 8.5/10 Film sofisticato, avventuroso, intrigante e affascinante. I disegni a mano curati in ogni particolare e la colonna sonora che abbraccia e lega ogni scena fanno di questo film uno dei migliore del genio nipponico (per me solo "La città incantata" è superiore). Le tematiche affrontate da Miyazaki sono filtrate da metafore più o meno evidenti, rendendolo adatto [...] Vai alla recensione »

mercoledì 4 giugno 2014
laurence316

Come se ce ne fosse ancora bisogno, dopo La citta incantata, che meriterebbe anche più di cinque stelle, e La Principessa Mononoke, ecco un'altra, straordinaria prova della grandezza del regista nipponico, che si conferma il più grande regista d'animazione e uno dei più grandi registi al mondo. Crea capolavori che sarebbe ingiusto relegare in un solo genere, tra l'altro [...] Vai alla recensione »

mercoledì 20 luglio 2011
kirakarai

"Il castello errante di Howl" e' forse uno tra i migliori film di animazione editi dallo Studio Ghibli. Una favola delicata e al con tempo profonda, ricca di metafore e significati, che ognuno, sebbene possa essere diverso nei gusti dall'altro, verra' sicuramente toccato o sfiorato. Chi bambino potra' trovare una favola avvincente, intrigante e relativamente enigmatica, in quanto un film dalla trama [...] Vai alla recensione »

domenica 22 settembre 2013
_Oldboy_

Film da standing ovation. Il castello errante di howl è, semplicemente, un film praticamente irraggiungibile in fatto a valori proposti e visionarietà. Quasi una summa di tutto il cinema di Miyazaki. C'è la distruzione dell'ambiente (princess mononke, totoro) Il viaggio in un mondo fantastico dove spesso sono proprio animali o altre creature a insegnare all'uomo come [...] Vai alla recensione »

venerdì 23 settembre 2011
Andrea Levorato

Il castello errante di Howl ****1/2 Produzione: Giappone 2004 Genere: Animazione, Fantastico, Drammatico Regia: Hayao Miyazaki Trama: Sophie ha 19 anni, ma il corpo di un’anziana ultrasettantenne a causa di un sortilegio. L’unico a poterla aiutare è il potente mago Howl, che però è impegnato in guerra. Mini recensione: Le tematiche più care a Miyazaki [...] Vai alla recensione »

venerdì 17 ottobre 2014
jackiechan90

"Il castello erante di Howl" è sicuramente, tra i lungometraggi del maestro giapponese Miyazaki, quello stilisticamente e tecnicamente più riuscito. I disegni realizzati in digitale non tolgono il fascino del dettaglio e della pastosità di quelli tradizionali ma l'arricchiscono ulteriormente e si uniscono ad essi nell'intento di far emozionare lo spettatore.

giovedì 15 maggio 2014
Andre91Mortimer

Io adoro Miyazaky, credo sia incredibile come lui riesca a fondere la spensieratezza con concetti davvero profondi ed intimi. Ogni immagine è identificativa di questa splendida pellicola, ogni fotogramma ha un suo perchè e una sua interpretazione. Sfido chiunque veda questo film a non intraprendere lo stesso viaggio interiore che fa la protagonista Sophie.

martedì 1 gennaio 2013
Ctizen K

Capolavoro sublime del maestro Miyazaki. Il film è pieno di allegria e divertimento che lascia lo spettatore incollato allo schermo per tutta la durata del film. Sembra di vedere Amarcord e Il Casanova di Fellini insieme, due capolavori in uno solo. Non solo, il film è una metafora sulla vecchiaia e sulla voglia di inseguire i sogni, sulla speranza e sulla vecchiaia.

venerdì 23 agosto 2013
LorenzoMeloni

Howl e il suo rugginoso maniero in perenne movimento hanno rappresentato per il buon Miyazaki il consolidamento di quel successo occidentale che già gli aveva arriso all'inizio del decennio con La città incantata. Ed in entrambi i casi questo successo, con la portentosa affluenza nelle sale europee e statunitensi, è per lo meno doveroso, visto il livello delle due opere in [...] Vai alla recensione »

mercoledì 22 aprile 2009
freddyno

Prima di giudicare guardatelo e fatevi trascinare dalla genialità di Hayao Miyazaki,forse vi aspettate un semplice cartoon,è un'immensa fantastica immaginazione : )

lunedì 7 settembre 2009
lisadp

certo i vecchi e classici disney sono molto ben accettati da me, ma non avevo mai visto un cartone più bello!!! l'avrò visto almeno 5 volte e continuerò a farlo. sia per grandi che per piccoli e agli amanti del genere consiglio di vedere anche "i racconti di terramare"...............capolavori!!

martedì 15 dicembre 2009
giuggiolina 46

Ancora una volta il grande Hayao Miyazaki ci stupisce, mettendoci davanti un grande capolavoro, uno di quelli che solo lui sa produrre. Dopo una di quelle che si possono definire grandi carriere questo regista possiede ancora un'immaginazione che sembra non avere limite. Tra un amore appassionato, imprevedibile, di quelli che sembrano non dover finire bene, ma poi ci dimostrano che anche l'impossibile [...] Vai alla recensione »

mercoledì 8 settembre 2010
Eroyka

E' un capolavoro... va visto.

martedì 5 luglio 2011
Pegg94ful

Questo anime diretto dal grandissimo Miyazaki è un capolavoro d'animazione,unico,poetico,magico,incantevole,triste e divertente come pochi altri film d'animazione lo sono!   Consigliatissimo!!!

venerdì 30 settembre 2011
tiamaster

ammettiamo tutti,che come fantasia,originalità gli orientali hanno sempre superato noi occidentali!!!questo film è un grandioso e fiero film d'animazione,il secondo migliore di tutto lo studio ghibli dopo "la città incantata".un capolavoro di sentimenti e amore,tanto da toccare i migliori dei film drammatici mai fatti,un film unico,indimenticabile e divino,imperdibile,supr [...] Vai alla recensione »

martedì 22 marzo 2011
tiamaster

hayao miyazaki firma solo e sempre capolavori,forse questo di uno stile diverso....gli altri film (alcuni meno belli alcuni piu belli) che si concentrano sul originalità,sulla belllezza,questo invece a mio parere,questo film e diverso dagli altri per il fatto che come dicono i dizionari e antimilitarista,e importante per le relazioni interpersonali,celebra la vita in un cartone commovente,che [...] Vai alla recensione »

lunedì 22 marzo 2010
Miss_Manson

Bellissimo film che rivedrei un sacco di volte,bellissima la scenografia,i personaggi e sopratutto HOWL. =D Voto 10

martedì 9 novembre 2010
lukytells

finalmente un cartone animato che non è goldrake o simili, o heidi o lady hoscar o georgie disegnati in maniera semplicistica. questo on ha niente da invidaiare ai cartoon di disney, anzi credo che li superi, nella storia e nelle invenzioni stilistiche di animazione. i giapponesi finalmente hanno dimostrato che anche loro sano fare i cartoon degni di questo nome, che toccano il cuore e l'anima. [...] Vai alla recensione »

mercoledì 10 luglio 2013
Giorg99

 Grande Miyazaki... le favole, le grandi favole, sono fatte di magia. Il film è magico,commovente e divertente allo stesso tempo,mi è piaciuto molto di più de "La città incantata" forse perché questo  ha una morale più profonda e istruttiva. 

mercoledì 2 gennaio 2013
Edmondo Donato Manganelli

Ottimo film, ottima sceneggiatura, caratteristica delle Anime che imprimono romanticismo anche a soggetti complessi, e di un soggetto difficile parliamo ... Secondo me non indicato ai bambini perchè nell' interpretazione dei mondi (paesaggio fine '700, robotica futuristica, magìa medioevale) si va definendo molto complessa e potrebbe distrarre dal soggetto principale.

lunedì 12 novembre 2012
stevensen

Indefinibile. Come si può non emozionarsi di fronte a tale bellezza? È inesprimibile. Il mero desiderio di possederla, di poterla delimitare con una parola che ne racchiuda l'essenza, è vano. Ogni esempio è inutile: questo film è inafferrabile, più spirituale dello spirito, più vasto dell'universo infinitivamente spazioso. Come si può definire l'ideale di bellezza con un aggettivo appropriato? Non [...] Vai alla recensione »

lunedì 18 luglio 2011
Alessio.Sushi

Prima di vedere il film ero decisamente scettico a riguardo. Con la motivazione di cercare qualcosa di nuovo e di originale nel mondo cinematografico non avrei mai pensato di trovare un'opera così preziosa. Forse lo scetticismo è dovuto al fatto che si tratti di un film di animazione ma, a quanto pare, mi sbagliavo. Il Castello Errante di Howl è, molto probabilmente, uno dei [...] Vai alla recensione »

martedì 12 luglio 2011
amarolucano

Tralasciando tutte le cose buone del film già espresse da tutti o quasi gli utenti, mi soffermeri su un particolare: la trama e il finale. Ammetto di aver avuto difficoltà a capire certi passaggi (Sophie a volte è giovane a volte è vecchia, alla fine è giovane ma coi capelli grigi... La guerra che non si sa tra chi sia.

Frasi
Finalmente ho trovato la persona che sento di dover proteggere.
Dialogo tra Howl (Voce nella versione giapponese) (Takuya Kimura) - Howl (Voce nella versione italiana) (Francesco Bulckaen)
dal film Il castello errante di Howl - a cura di Giulia
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Mariuccia Ciotta
Il Manifesto

Come è possibile che un film d'animazione giapponese dica del mondo oggi - il suo senso perduto - più delle colonne di piombo sparate in questi giorni sulle «due civiltà»? Magico l'inchiostro di Hayao Miyazaki, che non sapeva di Beslan, ma era già dentro la guerra permanente di «mostri». Contro i demoni, infatti, la risposta è stata paurosa, impietosa e altrettanto oscura, come gli sgherri in divisa [...] Vai alla recensione »

Antonio Mustara
Tv Sorrisi e Canzoni

Trama: La diciottenne Sophie, che dal padre ha ereditato un negozio di cappelli, incontra per caso l’affascinante mago Howl, suscitando le gelosie di una strega che su di lei getta una maledizione. Sophie si trasforma così in una novantenne. L’unico a poterla liberare dall’incantesimo è Howl, che vive in un castello mobile. Sophie riesce a entrarci nascondendo la propria identità e accettando di fare [...] Vai alla recensione »

Claudio Carabba
Il Corriere della Sera

Perfidi incantesimi (una ragazzina trasformata in una vecchietta rugosa), streghe maligne e biondi maghi Benefici, viaggi incredibili in un mondo ossessionato dal gioco della guerra. A sessantaquattro anni Hayao Miyazaki continua a sognare (e a disegnare con fantasioso furore) città invisibili in cui si può entrare per distrazione, ma da cui fuggire è maledettamente difficile.

Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Miyazaki tra sogno incubo e realtà Miyazaki, Leone a Venezia, è un grande del cinema animato giapponese. E' l'anti Disney: disegna ancora senza computer e anima le sue storie fantastiche per minorenni e anche per maggiorenni con sensibilità e accenti anche alla realtà, alla politica, alla guerra. Fiaba a molte dimensioni di una ragazza che diventa per molesta magìa una vecchia: intorno nella cultura [...] Vai alla recensione »

Alessandra Levantesi
La Stampa

Se giovinezza sapesse, se vecchiaia potesse… Il vecchio adagio trova conferma nel romanzo «Il castello errante di Howl» (Kappa Edizioni), uno di quei libri scritti per i ragazzi ma buoni per essere letti da tutta la famiglia. La ragazza Sophie passa la giornata a confezionare cappelli, chiusa nella sua timidezza convinta com’è di essere priva di attrattiva; ma ecco che la Strega delle Terre Desolate [...] Vai alla recensione »

Fabrizio Liberti
Film Tv

Lasciato in naftalina per un anno dopo la presentazione durante la scorsa mostra veneziana, il distributore italiano ha colto con perfetto sincronismo l’aiuto che il destino gli ha offerto con la consegna del meritato Leone d’Oro alla carriera che in questi giorni Venezia offre a Hayao Miyazaki. Il Castello errante di Howl rinnova la straordinaria poetica del maestro giapponese che da sempre è molto [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Con Il castello errante di Howl il maestro del cartoon Hayao Miyazaki, appena insignito del Leone d'oro alla carriera, si conferma un genio della fiaba neo-umanistica. Rielaborando per lo schermo il romanzo dell'inglese Diana Wynne Jones Howl's Moving Castle, il regista di Tokyo trova terreno fertile per il suo gusto dell'iperbole e della metamorfosi e affronta, da un punto di vista tutto giapponese, [...] Vai alla recensione »

Valerio Caprara
Il Mattino

Continuando ad arruolare lungometraggi d'animazione, i festival si sono procurati un’ottima uscita di sicurezza. La Mostra di Croff & Muller, felicissima nel rianimare la calma piatta del Lido e nell'arricchire il cartellone delle più diverse mercanzie di celluloide, stava peraltro arrancando nel cruciale settore del concorso; ma ieri, grazie al maestro del cartoon Hayao Miyazaki, è finalmente sbucato [...] Vai alla recensione »

Natalino Bruzzone
Il Secolo XIX

Leone d oro alla carriera della Mostra di Venezia 2005 (che riceverà il 9 settembre in una giornata dedicata alla sua opera), Hayao Miyazaki con I1 castello errante di Howl (presentato l’anno scorso in concorso al Lido) firma un capolavoro vero che saprà soggiogare anche i bambini ma assolutamente destinato a una platea maggiorenne. L’Europa di metà Ottocento è in preda ad una guerra assurda, alla [...] Vai alla recensione »

Luca Castelli
Il Mucchio

È stata davvero una gran bella idea, quella della Mostra del Cinema di Venezia di assegnare il Leone d’Oro alla carriera al maestro dell’animazione giapponese Hayao Miyazaki. E se “maestro dell’animazione” vi sembra (a ragione) una formula un po’ troppo banale, vi chiediamo scusa, ma ci pare la più adatta a definire questo artigiano giapponese sessantaquattrenne, che con la sua antica predilezione [...] Vai alla recensione »

Callisto Cosulich
Avvenimenti

In un racconto di fantarchitettura, La casa nuova, scritto da Robert Henlein e pubblicato da Einaudi ne Le meraviglie del possibile, la fondamentale antologia di fantascienza, introdotta da Sergio Solmi, l’ambiente è dato da un edificio costruito in quattro dimensioni, compresa dunque la quarta, quella del tempo, ciò che consente agli inquilini di godersi panorami affacciati a seconda dei lati sul [...] Vai alla recensione »

Claudio Carabba
Sette

In una terra incantata dove vivono maghi I mutanti, demoni infuocati e streghe crudeli (la più malvagia è la padrona delle Terre Desolate), la piccola Sophie viene trasformata in una vecchietta. Solo lottando per il Bene e per l’Amore, la fanciulla potrà spezzare la maledizione. Venerato maestro del cinema d’animazione giapponese, Miyazaki conferma con Il castello errante di Howl la sua vorace fantasia, [...] Vai alla recensione »

Luca Barnabé
Ciak

Nell’anno del Leone d’oro alla carriera al maestro dell’animazione Hayao Miyazaki, arriva finalmente nelle nostre sale il film che il regista giapponese ha presentato al Lido esattamente un anno fa. Si tratta del bellissimo Il castello errante di Howl, da un romanzo di Diana Wynne Jones (Kappa edizioni). Un film a cavallo tra fiaba nipponica, fantasmi d’Oriente e antichi paesaggi europei.

Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

Nello sciocchezzaio della critica anni ' 50 merita ricordare ciò che qualcuno scrisse sul finale di Miracolo a Milano, quando i barboni inforcando le scope strappate agli spazzini decollano da Piazza del Duomo verso «un paese dove buongiorno vuol dire veramente buon giorno». Secondo quel critico, di cui fingo di aver dimenticato il nome, in tal modo i sottoproletari in fuga si erano resi colpevoli [...] Vai alla recensione »

Lietta Tornabuoni
La Stampa

Il più attraente è il film giapponese di animazione Hauru No Uguko Shiro (Il castello errante di Howl) di Hayao Miyazaki, tratto dal romanzo di Diana Wynne Jones. Una storia fantastica di streghe, maghi, interessanti sortilegi: la Strega delle Lande Desolate, il mago Howl ardito e bello come un Principe Azzurro, il demone Crucifer che ha la forma d'un fuoco acceso, un cortese Spaventapasseri, un castello [...] Vai alla recensione »

Mariarosa Mancuso
Il Foglio

C’è il fattore Heidi. Per questo non riusciamo a sospendere fino in fondo l’incredulità durante i film di animazione giapponesi. E quindi a goderceli come dovremmo. C’è il fattore Heidi: quel modo di camminare trascinando i piedi, quelle facce disegnate con il compasso, quegli occhi sempre spalancati, quei paesaggi alpini con laghetto e cima innevata che la Lindt ormai non mette più neppure sulle scatole [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati