Le ceneri di Angela

Film 1999 | Drammatico 145 min.

Regia di Alan Parker. Un film Da vedere 1999 con Robert Carlyle, Ciaran Owens, Emily Watson, Pauline McLynn, Joe Breen, Michael Legge. Cast completo Titolo originale: Angela's Ashes. Genere Drammatico - USA, Gran Bretagna, 1999, durata 145 minuti. - MYmonetro 3,44 su 16 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi
Le ceneri di Angela
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Tratto dal romanzo autobiografico di Frank McCourt e interpretato in maniera straordinaria da Robert Carlyle e Emily Watson, Le ceneri di Angela ... Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar e 1 candidatura a Golden Globes. Al Box Office Usa Le ceneri di Angela ha incassato 13 milioni di dollari .

Consigliato sì!
3,44/5
MYMOVIES 3,00
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,94
CONSIGLIATO SÌ
Dolorosa e letteraria storia di famiglia sul sogno americano.

Tratto dal romanzo autobiografico di Frank McCourt e interpretato in maniera straordinaria da Robert Carlyle e Emily Watson, Le ceneri di Angela è la storia dolorosa e angosciata di una famiglia, è un film sulla fuga e sul sogno americano visto come unica possibilità di evadere verso una vita degna di questo nome. Nel 1935, in seguito alla morte della loro bambina di appena sette settimane, Angela (Emily Watson) e il marito disoccupato, l'alcolizzato Malachy senior (Robert Carlyle), partono dal porto di New York alla volta di Cork insieme ai loro quattro figli, Frank, Malachy e i gemelli Oliver e Eugene. A Limerick, la città più piovosa e povera d'Irlanda, essi ricevono una fredda accoglienza dalla famiglia cattolica di Angela, che non ha mai accettato il suo matrimonio con un protestante di Belfast. La permanenza nel posto si rivela difficile: Malachy non fa che sperperare al pub il suo stipendio (quando ne ha uno), Oliver muore a causa della malnutrizione, Angela cerca di lottare come può per i figli, tra grandi stenti. Frank, tuttavia, riesce a finire la scuola, inizia a consegnare la posta e proprio da questo momento comincia il suo riscatto..

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 26 gennaio 2012
osteriacinematografo

“Le ceneri di Angela” è un film di Alan Parker del ’99 tratto dall’autobiografia di Frank McCourt, e narra le vicende reali di una famiglia irlandese. E’ un’opera densa, robusta, a tinte fosche, che scroscia via in modo fluido nonostante il peso di una storia di disagi e sofferenze. E’ il 1935 quando la famiglia McCourt, a seguito della perdita di una bimba neonata e della miseria più assoluta cui [...] Vai alla recensione »

domenica 7 aprile 2013
fufa78

Il regista riesce a rendere attraverso la pellicola quell'atteggiamento ironico e dissacrante che permea ogni pagina del libro premio Pulizer di Frank Mc Court. Per chi lo ha letto e ha potuto confrontarlo con il film, è evidente il tentativo abbastanza ben riuscito di riproporre quelle atmosfere e quelle situazioni che l'autore descrive nel proprio romanzo: la miseria senza rimedio, [...] Vai alla recensione »

venerdì 5 gennaio 2018
JeanClaude17

Il film è ben fatto, Alan Parker non lo si scopre certo oggi, tuttavia trovo la trama troppo disturbante, nel sanso che dalla prima all'ultima inquadratura c'è solo e soltanto miseria, miseria e miseria, la miseria più nera e triste che ci sia, mai un solo barlume di speranza o anche modesta felicità per la tristissima esistenza di questa sfortunata e povera famiglia! [...] Vai alla recensione »

giovedì 5 dicembre 2013
gabrielebaldin

questo film l'avevo visto diversi anni fa e devo dire che è vramente ben fatto, con queste immagini sempre un pò scure, con colori quasi non colori, con questa atmosfera sempre umida e piovosa, la sofferenza, la durezza di una vita di privazioni la avverti anche te spettatore che lo guardi. Ottima come giò si capisce la fotografia che enfatizza questo stato di povertà [...] Vai alla recensione »

Frasi
Un'infanzia infelice irlandese è peggio di un'infanzia infelice qualunque, e un'infanzia infelice irlandese e cattolica è peggio ancora.
Il giovane Frank (Joe Breen)
dal film Le ceneri di Angela
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Lietta Tornabuoni
La Stampa

Il titolo «Le ceneri di Angela» si riferisce alla conclusione dell'autobiografia d'infanzia e adolescenza irlandesi di Frank McCourt da cui il film è tratto: la madre del protagonista, Angela, muore; le ceneri debbono tornare alla sua terra; la sua scomparsa segna la fine del primo periodo della vita del figlio che se n'è andato dall'Irlanda per tornare negli Stati Uniti dov'è nato (l'esistenza americana [...] Vai alla recensione »

Michele Anselmi
L'Unità

«Un'infanzia infelice cattolica e irlandese è la peggiore di tutte». Bisogna prendere in parola Frank McCourt, che a sessant'anni passati scrisse il libro autobiografico Le ceneri di Angela destinato a trasformarsi in un caso editoriale senza precedenti: sei milioni di copie vendute, venticinque lingue, un premio Pulitzer e ora il film omonimo firmato dall'inglese Alan Parker.

Maurizio Porro
Il Corriere della Sera

Solido film di educazione sentimentale, morale e sociale, tratto dal romanzo autobiografico di Frank McCourt che ha vinto il Pulitzer '97, «Le ceneri di Angela» è un barocco film strappacuore che unisce lo stile del più classico neo realismo, qua e là patinato, con un tocco adolescenziale più leggero alla Truffaut nella divertente parte scolastica e quando scoppia il primo flirt.

Giovanna Grassi
Il Corriere della Sera

Il regista di "Le ceneri di Angela": mostro miseria e lacerazioni religiose, un passato che molti vogliono dimenticare. Esce venerdì la storia tratta dal libro di McCourt: i ragazzi di oggi sappiano che hanno troppo. Alan Parker, il regista 56enne di "Birdy" ed "Evita", è in Italia per il suo nuovo film, "Le ceneri di Angela" (sugli schermi da venerdì ), tratto dal romanzo autobiografico di Frank [...] Vai alla recensione »

Silvio Danese
Quotidiano.net

Da Il Giorno, 12 febbraio 2000

Maurizio Cabona
Il Giornale

Il film più triste che il vostro critico abbia visto dal 1955 a oggi s'intitola Le ceneri di Angela. Lo dirige l'eclettico Alan Parker [Fuga di mezzanotte, Saranno famosi, Angel Heart, The Commitments, Evita) a partire dall'omonima autobiografia di Frank McCourt (Adelphi). Non stupisca che l'attribuzione del primato della tristezza vada a una produzione americana, votata quindi al lieto fine.

Irene Bignardi
La Repubblica

Alan Parker è un brillante regista a corrente alternata. Può fare cose molto belle come "The Commitments", belle come "Evita" o insensate come "Morti di salute". In ogni caso nessuno gli può negare un grande mestiere e una speciale bravura nel dirigere i ragazzi. Eppure, anche se il libro pullula di ragazzi e del loro modo di vedere e di parlare, doveva capire che Le ceneri di Angela era un romanzo [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati