MYmovies.it
Advertisement
Ridley Scott dirigerà un nuovo Blade Runner

Il film non uscirà prima del 2014. Harrison Ford non sarà nel cast.
di Marlen Vazzoler

In foto Ridley Scott, regista di Blade Runner.
Ridley Scott (79 anni) 30 novembre 1937, South Shields (Gran Bretagna) - Sagittario. Regista del film Blade Runner 2049. Al cinema da giovedì 5 ottobre 2017.

lunedì 22 agosto 2011 - News

Sono già passati cinque mesi dall'annuncio dell'acquisizione dei diritti parziali di Blade Runner da parte della Alcon Entertainment per produrre sequel e/o prequel cinematografici e televisivi di uno dei più importanti film fantascientifici della storia del cinema.
Giovedì Deadline ha riportato che il regista Ridley Scott, al momento impegnato sul set di Prometheus (la pellicola ambientata nel mondo di Alien), ha firmato per dirigere e produrre un nuovo film di Blade Runner.

Ritorno alla fantascienza
La notizia ha naturalmente fatto scalpore. Già il fatto che Scott abbia deciso di tornare a dirigere un film nel mondo di Alien, Prometheus, è già un evento di per sé, ma la possibilità di vedere un'altra pellicola basata sul mondo di Blade Runner, nuovamente diretta da Scott, era solamente un sogno per gli amanti del genere, specie considerando quanto ci è voluto per vedere il tanto agognato Final Cut di Blade Runner al cinema.
Ma come è riuscita la Alcon a ottenere Scott?
Il produttore Andrew Kosove della Alcon in questi mesi è riuscito a portare a termine il suo piano A: ottenere Ridley. "Avevamo un paio di piani B. Ma eravamo concentrati soprattutto sul piano A, che era Ridley" ha confessato Kosove al LA Times.
Ai primi di marzo, mentre Kosove e Broderick Johnson si stavano assicurando i diritti parziali di Blade Runner che non prevedono la realizzazione di un remake ma la possibilità di creare progetti basati su situazioni presenti nel film originale, hanno contattato la compagnia di produzione di Ridley e Tony Scott, la Scott Free, per ottenere un incontro con Ridley.

Blade Runner 2
Poco dopo la chiusura dei diritti avvenuta lo scorso marzo, i due produttori sono andati a Londra per incontrare il regista. Durante l'incontro i tre hanno discusso il look del nuovo film, come possono evitare che la pellicola sia simile ai tantissimi film usciti dopo Blade Runner che hanno fatto omaggi al film originale e in cosa dovrebbe essere diverso il nuovo film da quello del 1982.
Blade Runner 2 dovrà reggersi sulle proprie gambe e dovrà essere il più possibile a sé stante. Questa è una delle decisioni più importanti prese durante l'incontro a Londra.
Ha spiegato Kosove: "Credo che Ridley veda l'opportunità di creare qualcosa di completamente originale rispetto al primo Blade Runner".
Chi è curioso di sapere su cosa sarà il film, dovrà avere molta pazienza. Scott dovrà incontrare degli sceneggiatori e decidere assieme ai produttori chi assumere. Secondo Kosove potremmo avere un nome nel giro di pochi mesi se non di settimane. Per il momento non si sa se il film sarà un prequel, un sequel, un film stile Prometheus, e quanto farà riferimento al romanzo di Philip K. Dick "Il cacciatore di androidi" ("Do androids dream of electric sheep?")
Nel giro di un anno e mezzo si dovrebbe ottenere uno script, il cast e dovrebbe iniziare la pre-produzione. L'inizio delle riprese potrebbe quindi aggirarsi per l'inizio del 2013, mentre l'uscita della pellicola potrebbe avvenire per il 2014 o addirittura il 2015, non si sa con precisione quanto tempo verrà richiesto alla post-produzione e bisogna tenere conto che Scott vuole dirigere tutti i suoi prossimi film in 3D.

Deckard non ci sarà
Una, anzi forse la sola certezza di questo film sarà l'assenza di Harrison Ford, l'attore che nel film originale aveva interpretato l'agente in pensione della LAPD Rick Deckard.
Durante un'intervista a Omelete per la promozione di Cowboys & Aliens l'attore aveva dichiarato: "Non ci rimarrei male se non venissi invitato a partecipare, perché in quel caso vorrebbero utilizzare del sangue fresco. Va così. Stanno facendo un nuovo film su Jack Ryan e non sono coinvolto. Sono i casi della vita".
Sulla presenza di Ford, Kosove ha dichiarato: "Non posso parlare per Ridley Scott. Ma se chiedete a me se questo film avrà qualcosa a che fare con Harrison Ford, la risposta è no. Si tratta di una totale re-invenzione, e nella mia mente significa utilizzare cose nuove, compreso il casting".

Fiducia in Scott
I dubbi sulla necessità di una nuova pellicola di Blade Runner sono svaniti dopo aver scoperto il coinvolgimento di Scott. Blade Runner è una di quelle pellicole così importanti per il genere sci-fi e non solo perché si tratta di una pellicola visionaria. Nel film sono stati anticipati molti elementi della vita odierna, dal videotelefono, al semaforo che suona, e molto altro...
Riuscire a fare qualcosa che sia solamente degno di stare al fianco di Blade Runner, non è una cosa da poco. Per capire se Scott è ancora in grado di realizzare qualcosa che può veramente stupire il pubblico non resta per il momento che aspettare Prometheus. Le ultime sue pellicole, in particolare Robin Hood, non hanno permesso al regista di dare il meglio di sé, a causa di diversi problemi in fase di sceneggiatura.
La sceneggiatura sarà il punto focale del film, le fondamenta su cui si baserà tutta la pellicola. Non resta che sperare in una scelta oculata nell'assunzione dello scrittore.

news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati