Advertisement
Film in Tv: Cantami di cinema

Nella settimana sanremese, la televisione pare riscoprire il cinema e i suoi mille mondi.
di Edoardo Becattini

Contro la canzone popolare
Hugh Grant (55 anni) 9 settembre 1960, Londra (Gran Bretagna) - Vergine. Interpreta Alex Fletcher nel film di Marc Lawrence [2] Scrivimi una canzone.

giovedì 12 febbraio 2009 - Televisione

Contro la canzone popolare
Nonostante la crisi di ascolti con cui deve ormai da qualche anno confrontarsi, la settimana del Festival di Sanremo resta comunque uno di quegli appuntamenti pronti a rivoluzionare il palinsesto per tutta la sua durata Nella guerra fra aziende televisive, chi gode di solito è solamente il cinema, che trova in questa settimana uno spazio quantomai ampio. Già a festival non ancora cominciato, la tv gioca d'anticipo puntando su emozioni primarie fra brivido e risata spensierata. Due le commedie che aprono la sera della domenica: il manuale di sopravvivenza di Lindsay Lohan per giovani adolescenti delle high school americane è il tema di Mean Girls (Italia 1, 19.30); mentre uno stropicciato Hugh Grant, ex-icona pop in crisi di ispirazione canora, è il protagonista, assieme a Drew Barrymore, della commedia romantica Scrivimi una canzone (Canale 5, 21.30). A due giorni dall'uscita nei cinema del "rinnovato" Venerdì 13, la tv satellitare manda poi in onda un altro remake di un classico del cinema horror, quello che Rob Zombie ha derivato dal capolavoro di John Carpenter: Halloween – The Beginning (Sky Max, 21.00). La tensione si fa più sottile e rarefatta con la intricata trama di Brivido caldo (Canale 5, 3.05), un omaggio alla grande tradizione del noir con una strepitosa Kathleen Turner.
Lunedì sera Joel Schumacher e Colin Farrell ci mettono In linea con l'assassino (Italia 1, 21.10), riuscendo nella difficile impresa di tenere alta la tensione pur ambientando tutta la durata del film all'interno di una cabina telefonica di Broadway. Serata dedicata a Nicole Kidman invece sul satellite e digitale terrestre, con la messa onda della commedia di matrice serial-televisiva Vita da strega (Joi, 21.00) e del capolavoro di Baz Luhrmann Moulin Rouge (Sky Mania, 21.00).

Fumetti, satira e biografie
È però a partire da martedì, con l'inizio della popolare gara canora nostrana, che il cinema comincia ad affollarsi nella prima serata. Sia esso di ambito fantasy, come nel film con Keanu Reeves tratto da un'oscura graphic novel, Constantine (RaiDue, 21.50), o nel capitolo conclusivo della infinita saga di Tolkien realizzato dall'immaginifico Peter Jackson: Il signore degli Anelli - Il ritorno del Re (Italia 1, 21.10). Oppure, nelle forme di commedia indie, rigorosamente sospesa fra comico e tragico, si collocano Betty Love (Rete 4, 21.10), sagace satira sul linguaggio delle soap opera con un'ottima Renée Zellweger, ed il più intimista Il calamaro e la balena (Rete 4, 2.05), racconto semiautobiografico del regista Noah Baumbach incentrato sulle complessità dei rapporti di famiglia. Ancora toni satirici mercoledì sera con l'ottimo Quinto potere (La7, 21.10) di Sidney Lumet, opera attualissima, a dispetto dei suoi anni, che denuncia i meccanismi perversi dell'audience televisivo. Molto più raffinato invece il racconto degli anni di esilio del poeta cubano Reinaldo Arenas narrati da Julian Schnabel in Prima che sia notte (Iris, 21.00), straordinario film che ha anche rivelato tutto l'immenso talento di Javier Bardem. A notte ormai inoltrata invece, va in onda il remake americano del film che ha dischiuso al mondo occidentale l'horror orientale contemporaneo e che ha dato avvio ad un' infinita serie di spuri rifacimenti: The Ring (Italia 1, 23.55).
Ancora un fumetto dark in versione cinematografica giovedì sera: quello di Hellboy (Italia 1, 21.10), corpulento demone scaraventato sulla Terra dai nazisti e divenuto col tempo uno dei più importanti intermediari del dipartimento di Stato per la difesa del paranormale! Melodrammi di ispirazione letteraria e dai grandi nomi concludono la metà della settimana. Alla coppia di antagonisti Ben Kingsley e Jennifer Connelly de La casa di sabbia e nebbia (Rete 4, 22.35), si contrappone la coppia in crisi Edward Norton e Naomi Watts de Il velo dipinto (Sky Hits, 21.15).

Fra realismo e nostalgia
Un classico senza tempo, archetipo di ogni duello femminile di ambito cinematografico, apre il pomeriggio di venerdì. L'eterna sfida fra Bette Davis, diva sul viale del tramonto, e la giovane star in ascesa Anne Baxter è ciò che ha reso Eva contro Eva (Rete 4, 15.35) un inimitabile capolavoro. Ambientato più o meno nella stessa annata, ma realizzato in questi ultimi anni, Infamous - Una pessima reputazione (Joi, 22.35) è la seconda biografia dedicata all'eccentrico narratore americano Truman Capote, dopo quella più calligrafica ma pur sempre di notevole fattura di Truman Capote – A sangue freddo. A pochi giorni dalla premiazione ufficiale degli Oscar, Sky Mania trasmette poi in prima serata il film che lo scorso anno ha ottenuto a sorpresa il premio come miglior film straniero: Il falsario (Sky Mania, 21.00), interessante ricostruzione di un'operazione del governo nazista mirante a rimpinguare le casse dello stato con marchi falsificati ad arte.
Anche il sabato si chiude con un numero piuttosto sostanzioso di pellicole, in sospensione fra azione, denuncia e nostalgia. Sul primo versante, si fanno notare il secondo Batman diretto da Tim Burton, Batman – Il ritorno (Italia 1, 14.05), e l'action-movie con Nicolas Cage che mescola fuga carceraria e dirottamento aereo Con Air (RaiTre, 21.30). A questo segue a ruota il documentario-ricostruzione di Michael Winterbottom The Road to Guantanamo (RaiTre, 23.50): un'opera di denuncia che racconta la vera storia di quattro ragazzi di origine inglesi di origine pakistana e di come furono fermati dai servizi segreti americani all'indomani dell'11 settembre e spediti nel tristemente noto carcere di Guantanamo mentre erano sulla via per partecipare ad una cerimonia di nozze. Ma è con l'aura del cult movie che concludiamo questa settimana, grazie a due leggendarie pellicole, fra loro accomunate unicamente dal richiamo che sono capaci di attirare anche a lunga distanza di tempo. Il film Il Corvo (Italia 1, 22.40) non ha sconvolto solo per la tragica morte che ha colpito Brandon Lee prima della fine delle riprese, ma anche per la sua love story gotica riecheggiante alle grandi storie di vendetta. American Graffiti (Canale 5, 2.45) è solo invece un primo tassello con cui George Lucas ha costruito il suo impero fatto non solo di fantasia e di richiami alle grande epopee della nostra storia, ma anche di un modernismo nostalgico del tutto peculiare.

Gallery


Fumetti, satira e biografie
Fra realismo e nostalgia
Mean Girls (Domenica 15; Italia 1, 19.30)
Halloween – The Beginning (Domenica 15; Sky Max, 21.00).
In linea con l'assassino (Lunedì 16; Italia 1, 21.10)
Vita da strega (Lunedì 16; Joi, 21.00)
Il signore degli Anelli - Il ritorno del Re (Martedì 17; Italia 1, 21.10)
Betty Love (Martedì 17; Rete 4, 21.10)
Prima che sia notte (Mercoledì 18; Iris, 21.00)
Hellboy (Giovedì 19; Italia 1, 21.10)
Il velo dipinto (Giovedì 19; Sky Hits, 21.15)
Il falsario (Venerdì 20; Sky Mania, 21.00)
The Road to Guantanamo (Sabato 21; RaiTre, 23.50)
Il Corvo (Sabato 21; Italia 1, 22.40)
news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}